closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Internazionale

In Iran vietato commemorare le vittime della repressione

La stretta degli ayatollah. Per arginare i raduni funebri il regime oscura internet e manda i militari delle strade. Il dato di 1500 persone uccise durante le proteste forse diffuso per terrorizzare i manifestanti

Teheran, un blocco stradale improvvisato dai dimostranti durante le proteste di metà novembre

Teheran, un blocco stradale improvvisato dai dimostranti durante le proteste di metà novembre

Come al tempo della Rivoluzione del 1979, anche di questi tempi gli iraniani utilizzano le ricorrenze religiose per riunirsi e protestare contro il regime. Quaranta giorni dopo la morte di un congiunto, lo ricordano ritrovandosi con parenti e amici. È quello che avrebbero voluto fare i genitori di Pouya Bakhtiari, il ragazzo ucciso con un colpo di pistola alla testa nella località di Karaj, a ovest di Teheran, nelle dimostrazioni di metà novembre: i genitori avrebbero voluto commemorarne la scomparsa e, al tempo stesso, esprimere dissenso. È per evitare che l’incontro sfociasse in protesta, ma anche per punirli per aver...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.