closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

In fondo al mare, nel cimitero dell’Europa

Immigrazione. Al largo delle coste libiche si ribalta un motopeschereccio carico di migranti davanti a una nave irlandese che stava portando i primi soccorsi. Ripescati 25 cadaveri, salvate circa 400 persone. Ma il bilancio potrebbe essere più tragico: secondo i superstiti a bordo di quel barcone c'erano 700 esseri umani. L'Europa resta a guardare

Due giorni fa, la fredda conta delle persone scomparse nel mar Mediterraneo in questi primi sette mesi del 2015 (almeno 2.000 morti) ha costretto i media di mezza Europa a registrare l’oscenità con qualche sussulto di doverosa indignazione. Chiacchiere. Ma la statistica fornita dall’Organizzazione mondiale per le migrazioni (Oim) è già stata superata dalla realtà perché nel giro di poche ore alla cifra tonda si sono aggiunti almeno altri 25 cadaveri. Aggiorniamoci: siamo a 2.025 morti. Almeno, perché i cadaveri ancora una volta potrebbero essere centinaia. Il titolo è sempre lo stesso: ennesima tragedia nel Mediterraneo. Non si sa più...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.