closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

In fantastico equilibrio sul tenue filo della perdita

Leonora Carrington, Green Tea (La dame ovale), 1942

Leonora Carrington, Green Tea (La dame ovale), 1942

Leonora Carrington era una donna minuta, che assomigliava in bello a Karen Blixen. Di buona famiglia inglese, capelli neri, bel viso ovale, leggermente asimmetrico, un’immaginazione apparentemente sfrenata e una determinazione irlandese (come sua madre, che scriveva racconti di folclore). A quindici anni lasciò la famiglia e andò a studiare pittura a Firenze, scontentando suo padre. Tornata a Londra, si sottopose alla scuola del pittore Ozenfant che la obbligò per un anno a copiare una mela a carboncino. Su queste premesse cominciò la sua vita. Cominciò, possiamo dire, nel ’36, a diciannove anni, alla prima esposizione surrealista di Londra. Qui trovò...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi