closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

In Brasile «Fukushima biologica». E il ricco salta la fila

America Latina. Nel paese 100mila casi al giorno ed esplosione di varianti. Bolsonaro minimizza, mentre avanza una nuova legge: i privati potranno competere con lo Stato per l'acquisto di dosi

Misure anti-Covid nel cimitero di Vila Formosa a Sao Paulo

Misure anti-Covid nel cimitero di Vila Formosa a Sao Paulo

Già epicentro della pandemia mondiale, il Brasile rischia ora di compromettere l’intera lotta della comunità internazionale contro il Covid. Con una campagna di vaccinazione che procede a rilento, poche e limitate misure di restrizione alla circolazione e una rapida diffusione di varianti, «è come un reattore nucleare che ha innescato una reazione a catena ed è ormai fuori controllo. È una Fukushima biologica». È questo l’allarme lanciato dal neuroscienziato di fama mondiale Miguel Nicolelis, ex coordinatore della Commissione scientifica contro la pandemia degli stati del Nordest: «Il Brasile – ha dichiarato alla Reuters – è una bomba a orologeria, con...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi