closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

In Brasile c’è il piano vaccinazioni, non i vaccini. E Bolsonaro fa campagna contro

Covid caos. Solo con la loro rivolta i ricercatori che hanno contribuito al programma riescono a limitare i danni. Ma nulla possono di fronte all'ironia choc del presidente, che propone di introdurre un termine di responsabilità sui possibili effetti collaterali per le persone che decideranno di vaccinarsi: «Se diventi un alligatore è un problema tuo»

Il governo federale brasiliano ha finalmente lanciato il piano nazionale di vaccinazione contro il Covid-19 che la Corte suprema chiedeva da novembre. Ed è una cartina tornasole di quello che è stato, e continua a essere, questo anno di pandemia in Brasile. PRESENTATO DOMENICA in una prima bozza non pubblica, il piano è stato ritirato in seguito alle proteste dei ricercatori impegnati nella sua stesura, che hanno denunciato come il loro nome fosse presente nella versione "finale", da loro non autorizzata. Una nota del ministero della Salute spiega che gli stessi «erano stati invitati a partecipare, ma senza potere decisionale...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi