closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

In Algeria ora è vietato protestare: 700 arresti

Dopo 117 venerdì di proteste. Debutta la nuova legge anti-Hirak: cortei bloccati in diverse città per la prima volta

Algeri, venerdì 7 maggio, l'ultima manifestazione del movimento Hirak prima della stretta repressiva del regime

Algeri, venerdì 7 maggio, l'ultima manifestazione del movimento Hirak prima della stretta repressiva del regime

Il movimento Hirak, nato nel febbraio 2019 dal rifiuto di un quinto mandato da parte del presidente Abdelaziz Bouteflika, ha avuto la sua prima battuta di arresto dopo 117 venerdì consecutivi a manifestare. Nella consuetudinaria giornata settimanale di protesta tutte le manifestazioni sono state duramente represse dalle forze di polizia, dispiegate in maniera massiccia nella capitale e in tutte le principali città del paese. Una pericolosa sfida del regime nei confronti dell’Hirak “giustificata” dalla legge - promulgata domenica dal ministero dell’interno - che vieta manifestazioni organizzate ad esclusione di quelle autorizzate dal governo con una precisa comunicazione riguardo a «inizio...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi