closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Impronte mestruali per artiste

Mostre. La collettiva «Il sangue delle donne. Tracce di rosso sul panno bianco», alla Casa internazionale delle Donne di Roma, fino al 13 novembre

Ivana Spinelli, Anatomica, 2015

Ivana Spinelli, Anatomica, 2015

A volte, le mostre, quei progetti creativi che s’insinuano nella realtà scombinando la quotidianità, nascono da incontri fortuiti. Anche di oggetti. È il caso della rassegna Il sangue delle donne. Tracce di rosso sul panno bianco, appena inauguratasi presso la Casa Internazionale delle Donne di Roma (visitabile fino al 13 novembre) in cui quattordici artiste si confrontano con un pezzo di lino, rompendo un tabù con una storia accidentata e puntando sulla forza rigenerante del corpo femminile, anche delle sue mestruazioni. Quel «panno» di stoffa, infatti, ripiegato, sporcato, sfilacciato, ricamato, color avorio o bianco latte non è altro che un...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi