closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Imprenditori, finanzieri e politici, il sistema corrotto

L'inchiesta. Crolla la macchina dei soldi, sporchi. Indagato Milanese, già consigliere di Tremonti, arrestato il generale della Gdf Spaziante

Il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni

Il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni

Controllavano tutto. Un vero «gruppo decisionale che decideva chi dovesse essere nominato nell’ufficio pubblico che doveva relazionarsi con loro, chi dovesse essere favorito nell’assegnazione dei lavori». Un potere che derivava da una massa di soldi enorme, alimentata, per anni, dai fondi dei grandi progetti, primi fra tutti il Mose. Nulla, in fondo, li poteva fermare. Se il parlamento decideva di cambiare gli obiettivi si mettevano in moto i broker, gli intermediari in grado di parlare al politico giusto, pagandolo - sostiene il gip di Venezia - il prezzo necessario per cambiare le carte in tavola. E se qualche finanziere decideva...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.