closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Editoriale

Impotenza a 5 stelle

In questi giorni le cronache parlamentari si sono applicate – senza economia di turpiloquio – agli insulti sessisti di un deputato a 5 stelle verso un gruppo di donne Pd. Le parlamentari hanno sporto denuncia, raccolto solidarietà bipartisan, com’è ovvio, ma anche e soprattutto saputo raccontare di non sentirsi granché vittime: perché quell’insulto («pompinare») dice niente di chi lo riceve e molto, tutto, del povero maschio violento che lo pensa e dice. Ieri però nel verminaio mediatico a Cinque stelle si è prodotto un salto di qualità. Beppe Grillo ha postato sul suo profilo facebook un insulso video presunto satirico contro la presidente della camera Boldrini, invitando i suoi follower a rispondere alla domanda «Cosa faresti in auto con Laura?».

Un’istigazione intenzionale, con ogni evidenza. Invitato a nozze, il verminaio si è scatenato in un crescendo di bestialità stavolta irriferibili, di fantasie di stupro di gruppo, razzismo, omicidio. Qui il sessismo si fa apologia di violenza quando non annuncio di reato. Molti degli autori, e anche qui siamo a un salto di qualità, non si sono più nascosti dietro i nickname della rete, ma si sono firmati con nomi cognomi e foto, tracciabili e rintracciabili, fieri del disprezzo e del ribrezzo che provocano.

Dopo un intero giorno di questa eruzione, in serata lo «staff» di Grillo ha cancellato i post e spiegato che erano stati scritti nella notte. Una palese ipocrisia. Non li hanno cancellati prima perché stavolta Grillo ha tentato il salto: istigare gli spiriti bestiali dei suoi seguaci per mostrare il potere deforme di cui gode, ammesso che di un potere del genere si possa davvero godere. Di fronte a questo salto ogni invito alla vigilanza, ogni respingimento umano, ogni preoccupazione anche per l’incolumità della vittima di questa ordalia verbale rischia di essere ormai fuori tempo massimo. Nulla a che vedere con «la ghigliottina» al decreto Bankitalia-Imu che Boldrini ha applicato alla camera, che anche questo giornale ha criticato. In quest’ordalia la battaglia politica si dissolve, si perde, diventa pretesto per lo scatenamento del verminaio, in un copione scritto da Grillo e Casaleggio, e interpretato da un disperante esercito di militanti-comparse, poveri nostalgici del dominio sessuale.

  • beppe

    Io credo che, dopo l’esplosione di consensi iniziale ottenuta con lo stesso metodo con cui li ottenne la lega, cavalcando la pericolosa tigre del dissenso popolare, l’m5s sta’ perdendo colpo su colpo, dimostrando che oltre i proclami ed i sensazionalismi c’e un vuoto di contenuti quasi assoluto. Io capisco perfettamente il dissenso, perche’ fa parte della democrazia, ma una parte dello spettacolo che ho visto in tv non fa parte della mia cultura e non vi entrera’ mai a far parte. Vorrei che si facesse un bilancio del contributo che questa gente ha dato ai lavori parlamentari, probabilmente il saldo sarebbe negativo. A me e’ dispiaciuto molto della violenza che ha dovuto subire la loro deputata, per giunta da un ex pm, ma anche quella perpetrata da un loro rappresentante nei confronti delle compagne deputate del pd non e’ stata da meno. L’esasperazione e la rabbia portano fuori quello che in realta’ siamo. Mi piacerebbe scoprire come si trattano tra di loro, all’interno del branco.
    Naspo

  • Vittorio Marchi

    L’aria è pesante in Italia ed è buono che il manifesto infine lo riconosca. Invece che flirtare con questo presunto movimento, bisognava capire subito la pasta di cui era fatto, e denunciare il comunitarsimo nazionalitario di cui è portatore come una ideologia di destra, populista ed estrema. I sintomi c’erano tutti, sin dall’inizio. Ma non basta. I problemi che solleva sono reali, e si stringono tutti intorno alla nozione di una fuoriuscita dalla società del lavoro, di una ripresa senza occupazione e di una dstribuzione sempre + ineguale delle opportunità e delle aspettative. Non c’è spazio per liturgie e identitarismo, bandiere e bella ciao. L’intera impalcatura che vedeva i diritti del lavoro al centro della vita sociale e politica collassa. Già sarebbe buono saperlo rappresentare questo lavoro, diviso com’è in ttte le forme che conosciamo. Ma qui è inutile agitarsi alla ricerca del sacro graal. Il tema rimane la fuoriuscita dalla società del lavoro. Urge ricostruire la sinistra su una piattaforma post laburista che restituisca con un minimo di efficacia la mappa di questa distribuzione, che non è solo di denaro e di benefits, ma che è in primo luogo di prospettiva e opportunità. Per questo bisogna puntare tutto su educazione, salute, territorio, sostenibilità, cultura, pensando il reddito garantito come un composito di questi elementi.

  • Antonio Scattolin

    Condivido l’analisi, Daniela. Ovviamente. Però secondo me è parziale. Il M5S, raccoglie il disagio insostenibile di milioni di persone. I lavoratori sono senza una rappresentanza, la situazione delle famiglie che si sostengono con lavori dipendenti è drammatica. Le ricette neoliberiste, iniziate con il patto Reagan-Tatcher, hanno creato una precarietà che, in Italia e non solo, ha distrutto lo stato sociale faticosamente costruito. Ora tutto è distrutto. Nella tua analisi manca il ruolo che la sinistra NON ha avuto. Se la protesta degenera in quello che si è visto e si vede ogni giorno, ma non soltanto chez Grillo, non soltanto nel M5S, ma anche nella società, se non si hanno occhi per vedere, la sinistra, noi compagni, dobbiamo chiederci come sia stato possibile. Come si sia arrivati all’impotenza. A lasciarci rubare la speranza. Dimentichi sempre, tu e tanta sinistra, che i movimenti che hanno grosse partecipazioni popolari, m5S, Forza italia per esempio, sono espressione della società italiana, e non di una casta corrotta. Come se la società italiana fosse in sé sana. Un articolo di Barbara Spinelli su Repubblica di qualche settimana fa non poteva essere più eloquente e sincero. Sulle ipocrisie che a sinistra si sono sviluppate, sulla sparizione della sinistra che vuol dire smarrimento di ogni critica storica, fondante, seria, cosa dire ancora? Il qualunquismo dilaga, il populismo anche. Ma all’impotenza una risposta bisogna darla. La sinistra non ha avuto risposte quando le imprese hanno cominciato a delocalizzare, non ha avuto risposte su NESSUN tema sollevato dalla globalizzazione del capitalismo. Tanto popolo di sinistra si è spostato prima alla Lega, adesso al M5S. Arroccarsi in una torre d’avorio e chiudere occhi e orecchie ad uno stato che tratta con la mafia, alla degenerazione in atto, credo non sia utile, E qui, su questa situazione, la sinistra può fare solo mea culpa. Troppo comodo prendere le parti di istituzioni corrotte e colluse, fare discorsi di buone maniere, attaccare il risultato di tutto questo. Ma questo è il risultato anche del suicidio della sinistra, che si è venduta l’anima. Ripeto, condivido la dura critica ad un movimento che si comporta in modo a dir poco sciagurato e poco serio, ma occorre proporre. La prassi a sinistra è caduta nell’oblio.

  • Maurizio Colletti

    Supponenti e spocchiosi, sempre pronti a far pesare la loro “preparazione culturale” e a marcare una distanza fra te e loro … rosicare vi fa male … siete stati capaci solamente di fare buchi nell’acqua con tutte le vostre masturbazioni intellettuali … continuate così, invece di cogliere l’elemento nuovo e l’opportunità storica ,state collaborando proprio bene con chi dite di avversare … dimostrando di non capirci nulla alla fine ; aveva ragione Pasolini sul vostro conto … puah !!

  • Pesto Genovese

    non ho mai votato destra. non voterò mai più la sinistra. rivoterò movimento 5 stelle.
    perchè dovrei sentirmi deluso?

    seguo i lavori parlamentari…fanno quello che dicono!e mi piace come lo dicono!!

  • Antonio Scattolin

    Vedi, Daniela, il verminaio io che sono di sinistra, non PD ovviamente, lo vedo in Parlamento, e non certo dove è seduto il M5S. Vedo che il M5S mi mostra e ci mostra come funziona questo parlamento. Cosa che prima non ci veniva mostrata. Lo sapevano gli addetti ai lavori. Il verminaio, come tu lo chiami l’ho visto negli anni in cui il PCI si è spartito il potere con la DC. Qui sta la differenza con il M5S: questo movimento si propone un radicale cambiamento quando dice “tutti a casa”. Come non condividerlo? La sinistra comunista in Italia, messa da parte la sua anima, che è rivoluzionaria, è diventata regime. Ha rinunciato a proporre una società diversa, e si è accontentata di accumulare consensi a mezzo delle richieste di aumenti di stipendio degli operai, per esempio. Quando le vacche erano grasse, l’operaio otteneva il suo aumento e voi vi siete crogiolati in questo assurdo ed insensato consenso alla/della società capitalista. Sì, proprio la sciagurata politica che consisteva in: se l’economia va bene (o si riprende), possiamo chiedere/ottenere. Il che equivale ad una assoluta sudditanza al capitalismo e allo stato di cose, una mercificazione delle persone e della morale. Qui, QUI cade la sinistra, che di sinistra non ha più niente. Il verminaio non sta certo nelle battute irriverenti di ragazzini che smanettano al computer, cara Daniela. L’aria che si respira con il M5S è aria nuova. Qualunque sia. In fondo, sempre meglio del verminaio che la sinistra (che non è sinistra, ripeto, non ha più NULLA della sinistra rivoluzionaria) ci propone. La schifosa alleanza sindacati/PD, che, agli operai che l’azienda sta licenziando risponde: “tanto non si può fare nulla”. Vergogna e vergogna a questa cosiddetta sinistra. Ben rappresentata da uno stato e da istituzioni che trattano con la mafia. Ben venga chi si oppone, magari in maniera rozza, controproducente, ma si oppone. Finalmente si respira.

  • Lorena Melis

    condivido…Ma vorrei sottolineare che non ho mai creduto nella possibilità di un cambiamento del nostro paese per mano di Grillo, che ho sempre fin dal suo nascere trovato poco convincente..

  • chiara

    Il ragionamento “aria nuova: qualunque sia è sempre meglio del vecchio” non mi piace neanche un po’. E tra l’altro io quest’aria nuova non la percepisco. Secondo me i due pregi del m5s sono: 1) l’aver fatto interessare di politica molti italiani prima ignavi, che ora hanno finalmente piacere di informarsi d’attualità (a vari livelli, ma penso davvero sia un passo avanti per loro); 2) il m5s, come dici tu, porta visibilità al lavoro in parlamento, a come viene (mal) svolto, e anche questa mi sembra una buona cosa. Per il resto no, non mi piace il m5s.

  • Antonio Scattolin

    In quanto al Manifesto, o meglio, a quello che ha conservato il marchio, il brand, per restare nel linguaggio che più vi confà, come non vedere che ormai è solo un luogo di ritrovo di personaggi che vivono di incontri a base di chiacchiere. Docenti universitari che scrivono sul vostro giornale e che chi conosce sa benissimo hanno girato le spalle a tutti gli ideali della loro giovinezza, in primis al comunismo. Vivono la loro gloria autoreferenziale invitandosi reciprocamente a sterili e vergognosi convegni, luoghi di ignominia e vergogna in quanto ipocriti. Il povero Deleuze ben odiava queste “conferenze”, questo parlare che considerava “sporco”. Quanto aveva ragione! Almeno togliete dalla testata la scritta “quotidiano comunista”: che offende i comunisti come me. Perché invitare a votare PD alle ultime elezioni e dichiararsi comunisti, è un ossimoro insostenibile. Uno specchietto per le allodole, rischiate di essere. Ma i disoccupati non ci cascano più da un bel pezzo.

  • Antonio Scattolin

    Non è un ragionamento: “aria nuova, ecc”. Neanche a me piace molto. Ma la situazione è disastrosa. E un’azione si impone: anche se i risultati non sono ben chiari. Occorre ritornare alla lotta. Sempre meglio dell’immobilismo, del NIENTE. Se tu preferisci il NULLA, il sonno della ragione e l’inanità creano… Renzi. Contenta tu.

  • Cri Milde

    In occasione dell’approvazione al Senato della cosiddetta legge truffa nel marzo del 1953: dopo 70 ore di seduta ci fu una rissa di 40 minuti che vide Sandro Pertini rivolgersi al presidente Meuccio Ruini con un “Lei non è un presidente, è una carogna! Un porco!”. O ancora, sempre nella stessa seduta, il senatore Elio Spano (Pci) affrontò a muso duro il giovane sottosegretario Giulio Andreotti, che in quel momento aveva in testa il cestino della carta per proteggersi dagli oggetti che piovevano dai banchi della sinistra, urlandogli: “Dopo il voto avrete un nuovo piazzale Loreto!”.

  • gb video

    I Grillini sbagliano ed hanno sbagliato ad offendere. Ma la Boldrini resta inaccettabile

  • babausub

    credo che distogliere l’attenzioni dai fatti gravi che stanno succedendo in parlamento sia molto grave e questo articolo ne è la prova chi analizza i fatti e non si basa solo su disposizioni di partito ne ha la consapevolezza si sposta tutto sulla falsa difesa delle donne per uccidere il futuro di bambini,donne,anziani cioè il popolo………………….VERGOGNA!!!!!!!

  • Walter

    Un pessimo articolo da parte di un pessimo giornale. Il post non era certo volto a evocare insulti (infatti cancellati) ma semplicemente descriveva il video, dove appunto compare la Boldrini nell’auto di un attivista. L’attivista non la insulta certo, ma le pone precise domande. Sarebbe stato interessante avere le risposte a quelle domande, ma giornali di pessimo livello come questo preferiscono distogliere l’attenzione e concentrarsi invece su questioni irrilevanti (commenti scritti da qualche esaltato, subito rimossi). Che schifo di giornale, quando sarà fallito sarà stato sempre troppo tardi.

  • loris

    Scusa Antonio, ma hai visto la posizione di Grillo su Electrolux? E’ lì che casca l’asino. Visto che ti definisci comunista dovresti essere sensibile a questi segnali. Da che parte stanno Grillo-Casaleggio nei rapporti lavoro-impresa?

    http://www.beppegrillo.it/2014/01/electrolux_e_lo_stato_pappone.html

  • Luisa Vardiero

    non mi sembra di leggere insulti sessisti o minacce di stupro in questa citazione

  • Giovanni

    ma guarda, mi hai convinto a comprarlo più spesso!

  • Ivan Frasca

    Vedremo alle europee e alle prossime politiche quanto consenso ha perso il M5S, nel frattempo godetevi pure i sondaggi fatti ad hoc e soprattutto la bellissima informazione che fa la tv italiana. Giusto qualche giorno fa su rai 2 davano i “tagli” dell’opposizione al decreto imu-bankitalia. Mia mamma ha detto che il M5S aveva sbagliato, al che le ho detto: ti faccio vedere il video integrale senza tagli e commenti da gente faziosa? dopo averlo visto si è decisamente ricreduta. E per la cronaca mai madre vota Radicale da una vita quindi nulla a che vedere ne con 5S ne con il partito unico PD PDL.

  • Ivan Frasca

    Potessi cliccare 2 miliardi di volte a questa risposta lo farei senza batter ciglio. Pensiero condiviso al 100%

  • http://porciconleali.blogspot.it/ RoobZarathustra

    Qua c’è una popolazione analfabeta(lo dicono le ricerche non io) e in cortocircuito mentale.
    Il Cdx fa gli interessi della borghesia parassitaria e criminale? SI Il PD è ormai un soggetto che si propone come “amministratore ordinario” responsabile del grande capitale? SI. Il m5s nei contenuti di molte battaglie parlamentari, non tutte, mostra di essere meglio di loro? SI, è facile essere meglio di loro.
    Il m5s, nonostante ciò, cova pulsioni reazionarie? SI. Negare ciò è la prova del “fascismo inconsapevole” di cui parlava Augias; Qua non ci si rende conto che, senza nessun reale scopo politico(se non quelli demagogici del “tutti a casa” e di una “democrazia diretta” che neanche loro sanno impiegare e spesso confondono col “centralismo democratico”), con l’elevazione del mezzo(web) a fine, con lo sdoganamento e la minimizzazione di certi comportamenti(bruciare libri è da nazisti FINO A PROVA CONTRARIA) e linguaggi dei propri iscritti e/o simpatizzanti, lo si sta coccolando il “fascismo”, si strizza l’occhio a comportamenti lasciati in eredità dal ventennio berlusconiano(che si dice di voler combattere, ma poi si cammina nella continuità della povertà culturale, politica e linguistica di quel periodo). Il m5s non è fascista oggi, ma è SANSEPOLCRISTA, ma rischia di scivolare nel peggio con lo giustificare i MEZZI e MODI che in un modo o nell’altro, volente o no, scatena e sostiene.
    Allora mi chiedo: basta l’esplicita volontà di sconfiggere PD e Cdx per ingoiare tutto? Basta per far finta di non vedere? Basta per non avere, sempre rimanendo all’interno del m5s, un’attenta vigilanza su quale strada si stia prendendo? Basta per minimizzare i comportamenti di “isolati simpatizzanti”? Basta per non chiedersi come mai certi atteggiamenti e linguaggio, fino a ieri monopolio dei leghisti, si diffondano tra i simpatizzanti a 5s? Basta per non chiedersi come mai si attraggono determinati personaggi? Così, chiedo…sono “isolati” simpatizzanti quelli che augurano strupri, sono “isolati” quelli che bruciano libri, sono “isolati” quelli che nemmeno Siamo la Gente, il Potere ci temono riesce a imitare, sono “isolati” quelli che condividono link senza leggerli, sono “isolati” quelli che idolatrano Grillo, ecc. a quanti “isolati” dobbiamo arrivare affinchè nel m5s, nato nel 2009, tra iscritti e simpatizzanti si riesca ad aprire una seria analisi e critica? Quando i nodi verranno sciolti con la dialettica interna e non coi colpi d’accetta di Grillo?

  • Walter

    Al supermercato hanno finito la carta igienica?

  • Maria Teresa Barnabei Bonaduce

    Condivido e mi pare che sul tema del lavoro Grillo non abbia interesse a dire nulla. Sta alle forze di sinistra reagire senza nervosismi ma anche senza indulgenze verso una deriva pericolosa della opposizione

  • macri_58

    Il de prufundis…

  • Ariel Duarte Corrêa

    “Per questo bisogna puntare tutto su educazione, salute, territorio,
    sostenibilità, cultura, pensando il reddito garantito come un composito
    di questi elementi.” Hai letto il programma del movimento? mi sembra invece che ci siano tutti questi punti… e che si dica che sul lavoro Grillo non abbia interesse a dire nulla è ovvio che non state seguendo il loro lavoro. Non avete sentito i discorsi di tagliare gli sprecchi della pubblica amministrazione, del costo della politica per abbassare il cuneo fiscale per aumentare l’occupazione, senza dover toccare l’welfare, anzi migliorarlo?

  • Raffaele D’Abrusco

    Cioe’, nulla. Non fanno nulla, sono l’essenza dell’inutilita’ parlamentare.

  • Raffaele D’Abrusco

    Il Movimento sara’ ridotto a percentuali leghiste.

  • Giovanni Giappo Laudanno

    Manifesto, ma che dici? Io ti pensavo un giornale serio e invece mi ritrovo a leggere: “Una palese ipocrisia. Non li hanno cancellati prima perchè stavolta Grillo ha tentato il salto: istigare gli spiriti bestiali dei suoi seguaci…” Ma vi rendete conto della gravità delle affermazioni che fate? Ma lo avete visto il post per davvero o vi hanno solo spiegato che è “un indecente attacco alla dignità della donna”…

  • Russeau

    Non si rendono conto che così finiscono per ridicolizzare le loro posizioni, che secondo me sono spesso (anche se non sempre) giuste?

  • Ladroni Ditalia

    L’esasperazione di una partitocrazia che si è divorata il paese meriterebbe ben altro, un nuovo 25 aprile. E’ spaventoso notare come tutti i partiti si siano compattati volendo difendere questo sistema malvagio che però garantisce a molti di loro di vivacchiare senza lavorare. L’ attacco trasversale al movimento 5 stelle non ritrova solidarietà da molta parte del popolo italiano che alle elezioni è pronto a dare mandato al movimento di ripulire il paese dai parassiti. La frittata è talmente grossa che già ora i proclami di chicchessia contro il movimento non arrivano a destinazione. Complimenti a voi della sinistra, si capisce che vi va bene questo sistema, nel quale siete nati e cresciuti ma non va più bene agli italiani per bene, che credono nella meritocrazia e nella giustizia.

  • Fabio

    hai ragione:invece da queste ENORMI forze di sinistra arrivano proposte largamente condivisibili,tipo…tipo..me ne ricordi qualcuna?la “deriva pericolosa” è tenuta in vita dalla nostra ignoranza e omertà,direi,più o meno,dal dopo berlinguer,avendo votato e supportato,noi, una politica-moderata-in-giacca-e-cravatta che si esprime SOLO in termini di CASTIGO per la decenza delle menti(troppo poche)pensanti.

  • Fabio

    ma si!veicoliamo i voti verso qualcosa di decente,raffa!SONO CON TE:poi ti svegli e ti accorgi che era tutto un bluff della tua capoccia e che,in realtà,l’italiano medio di fantozziana memoria si affida ancora una volta alla fantomatica SPERANZA DEL CAMBIAMENTO(secondo logiche tutte personali):una sorta di paradiso astratto,in costruzione e permeato di protesta non votabile,che,nonostante tutto, gli fa desiderare macchinoni,maxi tv rigorosamente a led,i phone di ultima generazione,concubine-da-amplesso da mantenere e consolare in quei momenti un po’ così ed un sorriso a 32 denti che inietta sano ottimismo da ogni angolazione.e ti accorgi,MA STAVOLTA DA COMPLICE,che hai semplicemente perpetuato e pubblicizzato,ancora una volta,il dolce far nulla.DOMANDA DIRETTA:ok,non sono così comunisti(dimmi gli ultimi compagni da te votati)o FORSE non lo sono affatto..MA DAVVERO MI DEVO VEDERE UN SINDACO(DI CUI ABUSANO,SESSUALMENTE PARLANDO, TUTTI)ARRIVATO IERI(COME NON SI SA..)COME leader maximo DI QUESTO PAESE?O ADDIRITTURA RIVEDERE AL COMANDO QUALCHE BRACCIO DESTRO DI CHI-SAI-TU?per favore..

  • Stefano

    A mio avviso e FINORA, il fascismo peggiore e disgraziatamente REALE è stato, E’ quello dei partiti che acquattati dentro la cornice di una democrazia putrefatta, hanno portato noi e voi ad un punto di non ritorno. E se dovessero esserci esiti fascisti o autoritari da questo stato di cose, la responsabilità sarò stata solo loro, sinistra del kazzo compresa!

  • Michele Anunziata

    “Ogni tempo ha il suo fascismo. A questo si arriva in molti modi, non necessariamente col timore dell’intimidazione poliziesca, ma anche negando o distorcendo l’informazione, inquinando la giustizia, paralizzando la scuola, diffondendo in molti modi sottili la nostalgia per un mondo in cui regnava sovrano l’ordine, ed in cui la sicurezza dei pochi privilegiati riposava sul lavoro forzato e sul silenzio forzato dei molti”

    Stampa&Regime docet via Mastropasqua, Paskigate volo compreso, e il compagno Penati e “anche” il compagno (che in una intervista se mai detto comunista forse per questo l’iscrizione al Club di Roma succursale italiana Bildeberg) Walter Veltroni e il Nipotezio Letta, D’Alema pontifex Massimo del “concordato” in ogni senso con il Cavaliere. Violante e Fassino parlamentari pro Cavaliere. Un Ventennio con il timbro per seconda parte di Renzie. Ultima Electolux e il serafico sindaco galleggiante della Roma sotto-Marino: e cosa c’entra con i Pentastellati? Certo ne uccide più la parola che la spada, divesamente dallo sparito le cronache di Stampa&Regime Dambruoso che brevi manu et manu militari ha reso chiaro il concetto “virile”. E non è donna (bipartisan a te delle cinque?) la deputata Lupo che caparbiamente si è scagliata con la testa contro il pugno del virile Dambruoso?

  • Antonio Scattolin

    Sì, quando non ci sono idee e programmi, cosa si fa? Si usa la retorica. Quella che va più di moda oggi, specie a sinistra si chiama retorica dei diritti umani, per esempio. Si parla dei diritti in generale (es. il burka in Afghanistan, e non si va a vedere se gil afghani hanno i diritti sociali (casa, scuola, alimentazione, sanità). I temi “di moda” e che attraggono a sinistra non sono più gli ideali, ma i temi generali: l’omosessualità, la rappresentatività delle donne, ecc. Tutti temi rispettabilissimi, ma purtroppo “coprono” la mancanza assoluta di idee. Qui si è fatta retorica (difesa delle donne in generale) e accuse (sessismo). Ma di attività politica neanche a parlarne.

  • Michele Anunziata

    Strano perché di “boom” esplosivo neanche il Presidente Giorgio I° napulitane se ne è accorto… E che dire dei nove milioni di votanti? Meno male che non sono i famosi o famigerati dipende dai gusti degli “storici” gli otto milioni: come le bajonette del Duce?

  • Guest

    Beato colui che conosce il futuro…

  • aramix

    E come si trattano invece tra di loro al’interno del PD ?
    Si sposano con una camorrista (Di Girolamo),
    vanno a patti con un pregiudicato, si fanno finanziare dal suo braccio destro, ( Verdini )

    INCASSANO i soldi del finanziamento pubblico mentre le pensionate fanno la fame….

  • aramix

    Ciò non può far dimenticare il fatto gravissimo che la sinistra di governo(PD) e all’opposizione (sel) abbia lasciato passare un grossimo regalo alle banche. Ma non eravate comunisti ?

  • http://porciconleali.blogspot.it/ RoobZarathustra

    Chi siano i responsabili(politici, gruppi sociali ecc.) so benissimo, ma io devo reputarmi responsabile più di un novello grillino che fino ad un anno fa votava Berlsconi o PD? E per quale motivo? Perchè costui ora “tifa” per la nuova moda politico-mediatica? Sia ben inteso che io mai ho difeso e mai difenderò chi, nel crico politico, fa sfacciatamente gli interessi delle classi sociali dominanti; questo non è comunque un ostacolo a voler parteggiare per un movimento che io reputi covi più reazione che rivoluzione.
    E’ permesso? E’ possibile? O dopo anni di battaglie, di situazione di tensione con la celere, di dibattiti, di confronti, di studi, tra gli “indignati”, contro la Gelmini, al fianco della parte più avanzata degli operai devo pure subire l’ontà della “responsabilità” solo perchè da marxista non intravedo uno sbocco politico auspicabile nel PROGETTO POLITICO del m5s? Per piacere, che il m5s faccia le sue agguerrite battaglie e tante volte anche condivisibili, ma prima di chiedere la responsabilità agli “altri” si chieda da dove viene il consenso: tutti da Marte elettori e simpatizzanti grillini? Non penso proprio e ho un fastidio per le “verginelle” che tali non sono.

  • Raffaele D’Abrusco

    La mia e’ una previsione. Vedremo se avro’ ragione.

  • Fabio

    giuro che mi stai simpatico pure se capisco 1/8 di quello che scrivi,dio bono

  • Stefano

    Quello che dici è vero, anche se con l’ importante omissione di Rifondazione Comunista che, puoi starne certo, la sua fetta di torta se l’è presa, per non parlare della sciagurata avventura governativa.
    Anche la tua analisi sul M5s è giusta, ma a loro resta il merito inestimabile di aver additato il vero nemico, il sistema partitico tutto, come massima questione di fondo, cosa che quei poveri imbecilli della lega non hanno mai potuto fare. Ma lo stesso M5s, sembra poi del tutto impreparato, per non dire peggio, sulle dinamiche capitaliste che hanno prodotto questa crisi e quindi impossibilitato a darne una lettura e una risposta di sinistra, risposta che oggi come oggi non può non porsi fuori dai partiti e dalla loro sfera di potere.

  • roberto scovino

    non si puo piu votare sel finche esiste la boldrini…mai vista una cosa del genere…cantavano bella ciao
    a chi protestava per il regalo alle banche…allucinante sono diventati partigiani dei caveu dei banchieri…. che vergogna come e vergognosa…lady ghighiottina…non vuole opposizioni nella svendita dell italia….

  • Ladroni Ditalia

    Se un presidente della camera avesse usato la ghigliottina con il PD, si sarebbe parlato di fascismo per tre anni.

  • tamara cucconi

    Mi chiedo se lei sappia esattamente di che regalo si tratti e se e come ci danneggia

  • Marco

    Ma dove vi informate sul Postalmarket? Sel ha votato contro

  • Swarm_Stupidity

    È ridicolo montare questa immagine del M5S come cellula anarchico/eversiva violenta. Non sono un 5S – ma trovo questa distorsione detestabile.

  • Swarm_Stupidity

    Hai detto niente…

  • Bellocchia Giorgio

    Credo che paragonare Di Maio o chi per lui a Pertini sia eccessivo. Poi se uno va a cercare trova sempre qualcosa di peggio. Ma non per questo e’tutto giustificato.

  • O. Raspanti

    La nozione di regolamento la conosci?
    Lo sai che un Parlamento ne ha uno?
    Lo sai che il Presidente di una Camera deve applicarlo?
    O anche voi grilli avete così ben integrato nel vostro cervellino italico che la norma è fatta per essere piegata secondo i propri interessi e bisogni?

  • O. Raspanti

    “montare questa immagine del m5S”.
    Già perché quanto accaduto alla Camera, sul blog del guru dei grilli con insulti e minacce, reiterato dalle dichiarazioni infami di Messora (“Stupro della Boldrini? Una come lei per me non corre rischi”) è il risultato di una montatura, di una macchinazione.
    Se tu andassi a leggere quanto riportato da mesi sui quotidiani esteri (vedi Le Monde di questi ultimi giorni) ti renderesti conto che allora il complotto è mondiale.
    Tutti contro il M5S.
    Il senso del ridicolo, questo sconosciuto.

  • O. Raspanti

    È curioso che questo commento sia approvato da 10 lettori (?) del manifesto dei quali però 7 anonimi. I grilli c’infestano con i loro deliri.
    Erano quasi meglio i fagiolini. Stessa mentalità di setta comunque.

  • O. Raspanti

    Ennesima dimostrazione democratica di uno dei tanti grilli beoti che ormai danno libero corso alle proprie eruttazioni.
    Ma il vostro intellettuale di riferimento è Borghezio?

  • O. Raspanti

    Sì, i disoccupati sono soggiogati dalle vostre canee parlamentari e dal vostro programma economico.
    Nelle ultime elezioni amministrative avete già dimezzato i voti (in molti casi).
    Duro sarà l’atterraggio.
    Intanto, buon sonno.

    ps: 18 avvisi favorevoli al post di Scattolin dei quali una buona decina di anonimi (sicuramente lettori del manifesto da decenni) e gli altri di personaggi folkloristici come aramix ecc.

  • O. Raspanti

    Ottima analisi Roob. Se solo i grilli prendessero coscienza!
    Ma sarebbero grilli senza l’aura di demagogia e populismo a buon mercato?

  • Michele Anunziata

    Quote d’antan voleva: “Gli uomini hanno potere e fanno sesso
    le donne hanno il sesso per prendere il potere”. In un regime “paritario” dove l’uterocrazia
    è l’altra faccia della fallocrazia, le cose sono dissimili? Domanda retorica a
    ricordare la macelleria sociale (against sindacato dei minatori in primis) in
    epoca Tacher (la Moratti radiotelevisiva chi ne ricorda e l’odierna Tarantola che
    nega accesso agli atti?) e di molto in sedicesimo Donna De Girolamo ministra dimissionaria per “amore” del prossimo…
    Siché: cosa si discute, del sesso degli angeli o della guerra agli italiani
    alias ultimo in ordine di new entry Elecrotlux? E poi Boldrini, chi?

  • Antonio Scattolin

    Faccio notare gentilmente che non appartengo al M5S.

  • http://youtu.be/FbXpBPK8IHQ Ital

    Per lasciarvi tornare a derubare il paese? Non contarci ragazzo.

  • http://youtu.be/FbXpBPK8IHQ Ital

    succede quando il dito che indica la luna è più importante.

  • Maria Francesca

    Condivido. Mi è venuto in mente, giorni fa, quel montare all’improvviso, nei primi anni 70′, della teoria degli opposti estremisti: nella violenza tutti i gatti sono bigi! ma loro, i potenti del potere, inciuciavano con i bigi certosini, gatti di razza, e lasciavano i modesti soriano in pasto alla “pubblica insicurezza”. E siamo qua a chiederci chi mise le bombe a Milano, Brescia, sull’Italicus, a Bologna. E Ustica dove la mettiamo? E così si fa con Grillo. I suoi elettori, simpatizzanti sono uguali a quelli che votavano lega? Credo di no. Non so spiegarlo, ma sento di no. Il dire dei 5stelle sono fascisti è servito a coprire quello che è successo veramente alla camera e nelle commissioni. Oggi Casini è andato con il pregiudicato. Credete che i beneducati elettori del PD balleranno il minuetto con Renzi quando il caimano prenderà a prima botta il 37%. Quando ero ragazzina, nei lontani anni ’60, il mio prof. di Filosiofia comunistissimo, coltissimo, intelligentissimo, quasi sputava in classe quando parlava della legge truffa: il quorum era al 51%. E ora la sinistra che fa? E poi l’onore delle donne “tutte” vale più di quello della deputata pentastellata? E il mentire che la ghigliottina serviva a salvare gli italiani dall’Imu, fa parte della dialettica “democratica”? Non è che si confonde il prerequisito di buona educazione con la democrazia? Ricordiamoci che dai beneducati Montiani è venuta fuori la legge sulle pensioni che ha colpito soprattutto le donne. Quelle donne che si trovano a fare la fettina di prosciutto in un pancarrè per buona parte della loro vita e che a settantanni o giù di li devono ancora trascinarsi a lavorare con tutti gli acciacchi che si portano sul petto come medaglie al valore! E il pugno in faccia non è venuto da unlodendotato? Non mi piacciono i maleducati, e i borghesi nella maggiorparte dei casi non lo sono. Ma non si confondano le cose! Non so cosa andrò a votare la prossima volta. Voto rifondazione da sempre e prima sempre a sinistra del PCI. Il mio primo voto è andato al Manifesto. Ma ora sono stanca. E mi sembra pretestuoso questo scandalizzarsi! Nel merito nessuno può contraddirli. Sel in parlamento condivide ma com’è che nessuno se ne accorge? Non solo perchè le lotte dei 5stelle sono eclatanti, ma anche perchè a un certo punto si sono infatuati di Renzi o meglio, hanno cercato di fare infatuare i loro elettori di Renzi!
    Cmq, ho scritto tantissimo. Hasta la victoria!

  • Geppo Giuseppe Cattaneo

    lo sai che la ghigliottina non esiste nel regolamento?

  • Walter

    Non so chi approva o non approva i miei commenti, ma ti assicuro che “grillino” non lo sono. Non ho votato i 5 stelle né penso di votarli in futuro, ma certo riconosco argomentazioni fallaci quando le vedo, così come so riconoscere un pessimo modo di fare giornalismo quando lo vedo, e questo ne è un esempio lampante.

  • Walter

    Le “argomentazioni” de “il manifesto” non sono di livello molto superiore a quelle de ” la padana”, quindi mi sa che borghezio può essere al limite l’intellettuale di riferimento dei giornalai che scrivono qua.

  • Walter

    Ti hanno informato del fatto che l’ostruzionismo è previsto dal regolamento e la “ghigliottina” no? Lo sai che la Boldrini lo ha violato il regolamento che consideri tanto importante? Mi sa che il cervellino italico lo devono riorganizzare i fan del manifesto, non i grillini (almeno non per questo specifico tema, dove hanno ragione da vendere).

  • Walter

    Sempre meglio che essere ridotti a percentuali vendoliane, o dilibertiste, o bertinottiane XD

  • http://youtu.be/FbXpBPK8IHQ Ital

    Invasioni Barbariche.
    Augias confonde (in buona fede?) la nascita del fascismo con l’avvento dei grillini.
    Il primo nacque e si affermò con la violenza fisica in un contesto di dopoguerra, i secondi sono oggetto del pugno di ferro delle forze al potere (vedi “tagliola”, 16 secondi per liquidare il loro progetto di legge elettorale, ecc.); il primo fu supportato dai “poteri forti” (gruppi industriali, agrari, ecc.) mentre i grillini non sono supportati da nessuno ed anzi hanno contro proprio i poteri forti (presidente della repubblica, governo, i partiti, tutti i mezzi di comunicazione, ecc.); il primo voleva umiliare il Parlamento, i grillini si battono proprio perché tutte le decisioni vengano prese dentro e non fuori dal Parlamento (vedi legge elettorale); il primo violava apertamente lo Statuto Albertino, i grillini hanno difeso eroicamente la Costituzione Italiana (vedi art.
    138, Accusa a Napolitano, ecc.), il primo si poneva come forza politica totalizzante e senza termine, i grillini pongono in programma il massimo di due legislature non vedendo nella loro azione una palingenesi ideale, ma solo una pulizia concreta del marcio di ogni tipo che sta portando alla miseria il Paese; il primo auspicava l’uomo della provvidenza al potere assoluto, i grillini privilegiano il gruppo di giovani scelti nella forma più democratica e cioè dal basso; il primo volava sull’onda di un dannunzianesimo conquistatore, imperiale e trionfale, con contorno di simboli funerei come camicia nera, teschi, ecc.
    i grillini rinunciano a parte delle loro spettanze, vivono da anacoreti e sono emarginati da tutti gli avversari che sentono in grave pericolo i grassi privilegi da casta in cui si crogiolano, deridendoli, calunniandoli e alla fine cercando di annullarli, sfruttando i mezzi di propaganda di cui solo la casta dispone.
    Non ho mai sentito rispondere alle accuse dei grillini: “Non è vero, è sbagliato, è falso”.
    Mi fermo qui, Augias, mi pare, confonde (in buona fede?) la violenza squadristica con la esorbitanza verbale, utile per la visibilità, di un comico impegnato da decenni come Grillo.

    Giuseppe Alù

  • http://youtu.be/FbXpBPK8IHQ Ital

    Stima.

  • sandro

    caro beppe una domanda: come fai a definire compagni gli esponenti del PD?
    Sicuramente anche tu sei un compagno.
    Ma allora io cosa sono?

  • http://porciconleali.blogspot.it/ RoobZarathustra

    il “vero nemico” sono le classi sociali dominanti, non il sistema partitico, se vogliamo parlare con il linguaggio dei marxisti; anzi il signor Casaleggio la classi sociali dominanti le va a incontrare a Cernobbio e spiegare il suo progetto politico. Il caso Electrolux e il messaggio che ne ha dato Grillo danno la reale misura di dove si collochino nel conflitto mai domo capitale/lavoro, se va bene supercazzole ad accontentare tutti, se va male si colpevolizza la tassazione statale per giustificare i ricatti salariale. Poi nella seconda parte dici che “non può non porsi fuori dai partiti” Facciamoci a capire: o a sinistra si sa ancora a cosa serve un partito (avanguardia rivoluzionaria che pratica l’egemonia culturale e politica nelle masse delle classi più deboli) oppure si accetta l’ideologia dominante e si ragiona di partiti come essa ce li presenta: macchina burocratiche per l’amministrazione ordinaria del capitale. I comunisti non sono obbligati ad agire con quel “mezzo partito” che è solo costruzione del consenso fine a se stesso, anzi hanno l’obbligo di riportare al centro la funzione alfabetizzatrice e propositiva di un partito(ma va beh..il discorso è lungo)
    Su RC…penso che i comunisti siano stati coerenti nel punirla già nel 2008 e ancora nel 2013; oggi a me non compete difendere una formazione politica che spero lasci liberi i militanti dai giochi di dirigenze fallimentari

  • http://porciconleali.blogspot.it/ RoobZarathustra

    perchè mai dovrei abbassare il cuneo fiscale in linea con la media europea?
    I tagli al cuneo fiscale sarebbero poi risparmi per le imprese o verranno dati come “netto” in busta paga ai lavoratori? E qua come si sceglie già cade il mito del “nè destra nè sinistra”.
    Sulla cultura il m5s non fa grandi sforzi se non quello citazionista e sempre attento a non scontentare una delle due anime. Su educazione il m5s presenta un programma simile a quello berlusconiano tipico di chi non conosce le problematiche del mondo dell’istruzione. Gli “sprechi della pubblica amministrazione” quali sono? I famosi costi della poltica? Uno sputo dell’intero bilancio statale? E’ una frase che non significa nulla se non spiegata in maniera capillare.
    L’ha letto il programma del m5s?
    E ad esempio, una delle ultime, è “de sinsitra” contribuire ad affossare un emendamento che voleva introdurre la differenzazione della pene per l’uso della Cannabis rispetto ad altre droghe?

  • aramix

    Dai verbali della camera : favorevoli 265, contrari 39. Dato che i 5S hanno ben + di una trentina di deputati ……ergo SEl, ha votato a favore. La Matematica non è un opinione. Evitereste di fare i militanti-militonti….

  • 5 1

    vorrei che consideraste un fatto. di gente che è passata dalla sinistra comunista al m5s per disperazione ce n’è eccome, ci sono io e ci sono molti ex compagni. è inutile attaccarsi alla parola, allo stile discutibile, alle uscite di pancia di certi grillini , per recuperare consensi: intanto LORO sono lì e NOI o voi, ormai, state fuori dai giochi a dedicarvi all’insulso sport della critica da bar. dovrese invece chiedervi se l’idea di sinistra che avete è ancora proponibile oppure è fallimentare. se poi lasciate dei vuoti e qualcuno li colma (o ne approfitta, fate voi) , inveire e recriminare non serve a nulla. per non dire che poi siete solo utili a tirare acqua al mulino delle larghe intese ma non vi giovate affatto.
    e siamo daccordo che delle volte il m5s non piace o suscita sospetto, che certe frasi puzzano di destra, ma dovete anche prendere atto delle cose buone. su questo dannato decreto il m5s aveva ragione, ragione. e c’erano i suoi deputati a fare quella battaglia, in opposizione frontale a renzi e berlusconi. ignorare questa cosa non è saggio perchè si passa da settari, invidiosi, biliosi impotenti. non si va in punte parti così. che la sinistra vera ritorni alla ragione e a un minimo di coesione. io nella mia militanza ho visto solo liti e scissioni, alla fine ne ho avuto abbastanza di vivere sperando. il giorno in cui la ragione, la coerenza VERA e il buonsenso ritorneranno nella sinistra comunista vorrò esserci. ma per ora vedo solo polemichette insulse e pretestuose che glissano elegantemente sui fatti. no, così non va.

  • Stefano

    D’accordo su tutto per quanto riguarda Casaleggio che prima o poi dovrà uscire allo scoperto con quello che ne seguirà. Per quanto riguarda i partiti e tutta la mistica che li ha accompagnati non so, secondo me questi partiti non servono a niente e a nessuno se non a sè stessi,a riprodurre il loro potere, una sottospecie di quello di stato, e quindi prima ce ne liberiamo meglio è. Questa funzione di pulizia, il M5s sembra capace, sembra, di svolgerla, e per ora da osservatore mi va bene questo, perchè di più non si può chiedere a questo disgustoso spettacolo che è la politica.

  • Ariel

    I costi della politica sono collegati non solo agli stipendi e alla quantità dei parlamentari, ma anche a quelli dei dirigenti statali, quelli messi dai partiti che prendono milioni e pure se non lavorano in modo efficiente è difficile mandarli a casa. Mentre creano disastri di disoccupati e gente che ha lo stipendio bloccato da anni. Agli appalti truccati in tutti i livelli, dalle costruzioni civili alle infrastrutture sannitarie, dal turismo ai fondi per la cultura. E’ tutto da ricontrollare!!! Ma chi te lo può fare, il Pd o il PdL (adesso FI e Ndc, con Casini che rientra) che hanno posizionato tutta la loro gente dentro? Ho partecipato ai bandi e per le voci che giravano già si sapeva chi se li prendeva. (ci sono società che vincono bandi per la biglietteria di strutture archeologiche che non hanno nemmeno il back office, nessuno ti risponde al telefono e nessuno risponde alle mail) Queste cose hanno valore, e vedo aziende solo perché sono ammanigliate alla politica e ai partiti resistono pure se pessimamente gestite e le altre falliscono. Questi sono costi reali e mostri di inneficienza. la riduzione del cuneo fiscale dovrebbe andare a vantaggio a entrambi, da una parte si riduce il lordo e dall’altra aumenta il netto. Quindi stimolare alle aziende ad assumere e rimanere sul territorio e dare respiro finalmente ai lavoratori e fare rigirare l’economia interna. Non sono un’economista quindi si dovrebbero fare degli studi approfonditi. Oltre che ha un ovvio controllo fiscale contro l’evasione. Ovviamente concordo con te che l’uso della cannabis non può essere messo nello stesso piano delle altre droghe, bensì legalizzato.

  • arduazz

    Contento te, contenti tutti

  • Giovanni

    “so riconoscere un pessimo modo di fare giornalismo quando lo vedo, e questo ne è un esempio lampante.”
    suppongo che lei è cosi esperto da poter fondare e scrivere un giornale da milioni di copie al giorno visto che se ne intende di giornalismo. Sarei curioso di sapere quale giornale secondo la sua “illustre” opinione sia degno di esser letto!

  • Salvatore Ponticorvo

    Parole semplici, discorsi chiari e azioni concrete. Sono i tre punti senza i quali non si batte il M5S né si cambia il Paese.

    Dobbiamo smetterla di mostrarci sempre e comunque bravi, intelligenti e preparati. L’Italia non è così. L’Italia è ad uno stadio culturale basso (basta andare a leggere gli studi di Tullio De Mauro). Bisogna farsi capire, attirare le persone sugli argomenti, in base alle loro capacità, non in base ai nostri desideri.

    Ovviamente io sono ignorante come e più degli altri cittadini italiani.

    Guardate i tre leader dei più grandi partiti italiani: Renzi, Berlusconi e Grillo. È solo un caso che sono semplificatori? Il nostro difficile compito è quello di essere altrettanto semplificatori, ma per stimolare le persone ad aprire le porte, per farli incuriosire e desiderare di capire e partecipare di più.

    O ci mettiamo in questa ottica o è meglio chiudere la battaglia qui e ora.

  • Gasparino

    Seguo spesso
    la bravissima Dr.ssa Preziosi . . , spesso su ” Omnibus ,ma,
    quasi sempre anche in trasmissione l’intervento verte sempre nel difendere la
    frustrazione del gentil sesso , trascurando parecchio l’argomento politico del
    giorno. Giustamente difende il sessismo ” dal punto di vista
    femminile (mi sento discriminato . . quasi quasi chiedo la parità dei diritti )
    ” però ” dal Manifesto Quotidiano di indirizzo politico . .
    della poca stampa seria rimasta fedele a certe tematiche .. ci aspettiamo che
    entri nel merito, alla radice del contendere Politico, di cosa ha
    scatenato tutta questa brutta storia , non attivando solo una scheda
    parlando di pseudo sesso violento ! Una violenza sberlata quella sì c’è stata,
    ma sembra che ciò non riguardi per niente l’articolo in questione ”
    quanto menzionato dalla Preziosi ” . Forse dovrebbe documentarsi meglio
    nei fatti in itinere e fare un’analisi politica . . perchè sul sessismo
    siamo tutti consapevoli e d’accordo e . . preferisco leggere un’analisi
    politica da IL MANIFESTO !

  • http://porciconleali.blogspot.it/ RoobZarathustra

    e allora non si parla più di costi della politica, ma dei costi della burocrazia dello stato borghese; il cuneo fiscale o lo tagli a vantaggio esclusivo dei lavoratori(che potrebbero comunque scegliere di compararci merci di qualsiasi provenienza) oppure lo tagli a vantaggio delle aziende che lo useranno, con ogni certezza, per aumentare i profitti, non per creare occupazione

  • Gasparino

    Seguo spesso
    la bravissima Dr.ssa Preziosi . . , spesso su ” Omnibus ,ma,
    quasi sempre anche in trasmissione l’intervento verte sempre nel difendere la
    ” frustrazione” del gentil sesso , trascurando parecchio l’argomento politico del
    giorno. Giustamente difende il sessismo ” dal punto di vista
    femminile (mi fa sempre sentire discriminato . . quasi quasi chiedo la parità dei diritti )
    ” però ” dal Manifesto Quotidiano di indirizzo politico . .della poca stampa seria rimasta fedele a certe tematiche .. ci aspettiamo che entri ( anche ) nel merito, alla radice del contendere Politico, di cosa abbia scatenato tutta questa brutta storia , non attivando solo una scheda
    parlando di pseudo sesso violento ! Una violenza sberlata quella sì c’è stata, ma sembra che ciò nella totale parzialità ( del suo punto di vista ) non riguardi per niente l’autrice dell’articolo in questione ” ! In merito ai fatti, di quanto menzionato dalla Preziosi ” . Forse sarebbe il caso di documentarsi meglio nei fatti in itinere e fare un’analisi politica . . perchè sul sessismo
    siamo tutti consapevoli e d’accordo e OGGI non devono esserci tutte queste preclusioni in merito . . preferisco comunque dal MANIFESTO leggere soprattutto un’analisi
    politica !

  • Lucky x la V intern. dal 1921

    Il problema non sono i parlamentari Grillini, in perfetta buona fede, oltre che bravi giovani e di promettente carriera. Grillo(uomo immagine) e CAsaleggio (imprenditore marketing) Con una strategia di ispirazione reazionaria e rivoluzionaria (come il fascismo), attaccano come copertura SOLO i poteri della politica (la mano degli industriali), MAI gli industriali (la testa), attualmente cooperativi in fondazioni varie con banche e fusi a tutti i livelli con Confindustria. HA mai sentito parlare di politiche GRILLINE, contro l’esportazione di capitali all’ESTERO? HA mai sentito parlare da voci GRILLINE, di proposte legge che sostengono la DETASSAZIONE DEL LAVORO dipendente e bloccare incentivi diretti a imprese, politiche fallite dopo 40 anni di cassa integrazione, aiuti per non licenziare, sostegni per assumere, sostegni vari? Ma come il fascismo, si creano nemici da attaccare attraverso metodi simili, Fascismo attaccava omosessuali, Grillo, attacca il le donne con la stessa arroganza e violenza. Parla di democrazia diretta? Secondo lei 35 000 persone che votano un sito web, rappresentano il pensiero GRILLINO? NOn so, sicuramente quello di Grillo e CAsaleggio. Il Club CASALEGGIO E GRILLO, riempiono piazze facendo spettacoli, vendendo libri, e investendo nella loro azienda, infatti fatturati in crescita. Inoltre frequentando riunioni stranamente dove solo i potenti possono partecipare, vedi SOROS e CERNOBBIO, crede che io o lei potevamo essere invitati? Riguardo il fascismo, 5s, raccoglie molti voti di fascisti convinti, messi sotto le coperte per anni a non avere una rappresentanza reale, cerca alleanze anche all’estero con la destra francese, si vanta di essere “l’alba dorata ITALIANA”, accetta vicinanze con “Casa POund” mai dissociati realmente, prende molti consensi da ex leghisti, molti ex forzisti(lo stesso Casaleggio) e destre varie senza più padrone, giudichi lei. Posso dare tutte le ragioni del mondo a 5s, in molte battaglie, ma mi sorge da un po di tempo il dubbio, che VOLER BLOCCARE TUTTO, per poi NON CAMBIARE NULLA, riporterà gli stessi a governare, peggio di prima e con più forza. Quindi da questa confusione, chi sarà avantaggiato???

  • beppe

    Ciao cri milde, guarda che c’e’ un abisso tra le frasi da te riportate e quelle oggetto della discussione.

  • beppe

    Caro aramix se non sbaglio a questi casi ci sta gia’ pensando la magistratura, lenta ma inesorabile e speriamo che presto arrivi anche il turno di verdini

  • beppe

    Ciao sandro, sicuramente sei un compagno, ne sono piu’ che convinto. Ma le discussioni ed i confronti devono avvenire sempre tra esseri pensanti altrimenti avalliamo la teoria che prevede che ogni donna quando si siede lo fa sulla sua fortuna o che gli uomini debbano ragionare con i loro attributi. Per il resto, cosa vuoi che ti dica. Lo so anche io che all’ interno del partito le grandi figure carismatiche non esistono piu’ e che molti si sono lasciati tentare dal solfo, dal carrierismo ed altre brutte storie, ma non possiamo buttare via tutto. C’e’ un passato che non si dimentica, almeno alla mia eta’.

  • Lucky x la V intern. dal 1921

    Aggiungo inoltre che il fascismo, ufficialmente, nacque a Milano pz san sepolcro circolo industriali, da molti EX di varie politiche,oltre che interventisti, arditi,combattenti intellettuali…Lo stesso Duce, un MASSIMALISTA, dir AVANTI, ex PACIFISTA e molto URLATORE.…..ma lo stesso fascismo attua le prime violenze anni dopo, vedi omicidio Matteotti…Intanto prelevava energie di insoddisfazione popolare, poi incanalate dove la storia ci ha insegnato. Credo che Augias, da profondo conoscitore di storia, intendeva questo. Così come il paragone ad un Video, di Casaleggio, che per chi conosce la storia dell’arte, come Daverio, fa bene a paragonarlo a propagande alla Goebbels, il paragone c’è tutto.

  • beppe

    Hai un link per il video completo?

  • Antonio Scattolin

    Riesce perfino difficile cercare di separare i commenti, nel corpo politico di potere capitalista (centrodestra e centrosinistra, SEL compresa), separare la parte in buona fede da quella in cattiva fede, che è collusa con i “poteri forti occulti” ma ora non più occulti. Sembra ci sia una parte in “buona fede” che vede nel corretto, nel politicamente corretto e forbito una prerogativa, un out-out, per cui se non ti comporti secondo le regole “istituzionali”, qualunque cosa tu dica, hai torto e sei fascista, barbaro e quant’altro. La parte in cattiva fede ovviamente specula sui modi “barbari” del M5S, per stroncare chi sta sollevando il coperchio del vaso di Pandora. Soprattutto è difficile credere alla buona fede dei primi.
    Vediamo allora di inquadrare il comportamento che ha avuto il M5S in questa situazione nazionale. Se non ci facciamo distrarre, notiamo che la parte cosiddetta “in buona fede” difende a spada tratta le istituzioni, vedendo nel comportamento del M5S un “attacco”, non all’intreccio politica-criminalità-aziende esistente in Italia e che l’Europa denuncia, ma alle istituzioni. Il problema, in realtà, si sta avvitando su sé stesso. Occorre attaccare politicamente chi è a capo di istituzioni ed ostacola il ripristino di un uso “corretto” che vuol dire onesto, delle istituzioni. Ora, si presenta un decreto legge IMU con allegato il decreto bankitalia che dà i miliardi alle banche. Il modo di fare è mafioso. La richiesta del M5S era di discutere separatamente i due decreti, anche per dare loro visibilità (oltre che denunciarne l’ingiustizia, secondo loro e secondo me; ingiustizia che, secondo il corpo politico capitalista suddetto, invece, non è). Ma ci sono forze politiche che questa visibilità non la vogliono. Questo è terrorismo politico che occorre stroncare. La Boldrini, si è trovata nell’inghippo. Cosa fare di fronte agli arrabbiati? Non avendo soluzioni politiche, si è chiusa la bocca a chi, diciamo, infastidisce l’andazzo.
    Il M5S, credo proprio che voglia delle istituzioni, ma delle istituzioni a servizio dei cittadini, LIBERE, oneste. Il che non è in Italia, dove i magistrati di Palermo hanno ACCERTATO che lo stato ha trattato con la mafia. Occorre attaccare lo stato che tratta con la mafia. Il che non vuol dire attaccare le istituzioni, ma l’uso mafioso delle istituzioni. Ora, occorre distinguere bene: difendere le istituzioni è una cosa, ma se io per difendere le istituzioni prendo le parti e avallo un uso siffatto delle istituzioni, allora il caso è grave. E l’accusa dell’Europa all’Italia, di collusione politica-criminalità-aziende, ci ricorda che il problema esiste, ed è gravissimo. Questa è la vera minaccia alla democrazia, alle istituzioni, cara Boldrini. Ma c’è evidentemente chi è ingenuo e chi invece in buona fede proprio non è. Attaccare il M5S vuol dire difendere
    lo stato che tratta con la mafia, lo stato criminale sempre più arrogante e
    potente, che ha neutralizzato la democrazia, che sa ricomporsi in alleanze che
    escludono OGNI tipo di opposizione (vera). Questa è l’occupazione del parlamento che non è democratica. Gli urli, gli sberleffi, anche le offese di poveri cittadini indignati, che non hanno lavoro né comode poltrone statali, cara Boldrini, caro PD, cari poteri, non sono “fascismo”. E i
    provvedimenti, li prenderanno gli italiani onesti contro il potere di istituzioni corrotte. Non sarà il potere dello stato mafioso che tratta con i criminali, con le sue torbide alleanze, a prendere provvedimenti e a chiudere la bocca all’opposizione che ormai lo ha smascherato. Questo potere è arrivato alla fine. E nel suo lento morire, rischia di trascinare le persone oneste, i
    lavoratori, i deboli, con sé.

  • beppe

    Francamente non ti ho capito…

  • Lucky x la V intern. dal 1921

    Unica strada, per arginare falsi “ideologi” o “ideologisti” è quello di ripartire con l’idea PERTINI-BERLINGUER, di RIUNIRE le sinistre. Progetto, STORICAMENTE OSTEGGIATO DAI PIU POTENTI, certamente Grillo non rema a favore!

  • http://youtu.be/FbXpBPK8IHQ Ital

    – Stop agli sfratti per morosità

    Pd, Ncd, Scelta Civica hanno bocciato l’emendamento del Movimento 5 Stelle che proponeva di sospendere fino al 30 giugno 2014 gli sfratti per l e famiglie in condizione di morosità incolpevole.

    PD, i fatti.

  • http://youtu.be/FbXpBPK8IHQ Ital

    Bravo, hai riassunto in pieno i fallimenti della politica italiana.
    Adesso spero che comincerai ad informarti su cosa sia davvero il movimento invece di parlare come un tg.

  • http://youtu.be/FbXpBPK8IHQ Ital

    Augias confonde il conoscere la storia con il viverla. Se pensate di capire il movimento cercando nel ventennio, fate uno sbaglio non solo ridicolo, ma tragico.
    E te lo dice uno che colleziona, per passione storica, articoli originali e testi del ventennio e degli anni seguenti la caduta.

  • Lucky x la V intern. dal 1921

    Mi scusi, non sa che questo è un giornale di sinistra??? E cerca consensi tra compagni??? Voi dite di non essere ne di sinistra ne di destra, che siete???? Anticapitalisti, ma a favore del libero mercato, Sulle politiche sociali, fate differenza tra poveri. PRIMA GLI ITALIANI, gridate ai vostri MEET UP, A favore del PUBBLICO, ma contrari all’assunzione di 35 mila insegnanti… COSA SIETE??? CARNE O PESCE???

  • Lucky x la V intern. dal 1921

    Infatti, avevo capito che era un “appassionato” del ventennio!

  • Lucky x la V intern. dal 1921

    Certamente LA presidente non doveva applicare la “ghigliottina”, ma vogliamo prendere atto che questi parlamentari, non concluderanno nulla e hanno metodi assai poco conclusivi??? Quale alternativa offrono??? LEGGE ELETTORALE GRILLINA, NON PERVENUTA. LA famosa legge citata da Di BATTISTA vi invito a leggerla, capirete da soli il peso. CASALEGGIO PRIMO MINISTRO ???GRILLO PRESIDENTE REPUBBLICA???? Andiamo alle elezioni con questa legge elettorale, credete salirà GRILLO? O ringrazieremo Lo stesso, per aver rimesso gli stessi(RENZI BERLUSCA) più forti di prima e con meno opposizione. C’è una bella strategia dietro GRILLO, ora sommersa, è quella di non cambiare nulla, e mantenersi i proprio parlamentari sempre all’opposizione. Metodo marketing utile al mantenimento del salario, ANCHE ridotto, ma stabilmente all’opposizione. SERVE UNA FORZA DI SINISTRA DI GOVERNO SVEGLIAMOCI!!!!!!SEVE toccare i potenti, SRVE CAMBIARE LE REGOLE, NON LE PERSONE!!! SENZA CAMBIO DDI REGOLE le persone/pedine saranno facilmente sostituibili!

  • Lucky x la V intern. dal 1921

    Lo riaffermo con FORZA. SERVE UNA CASA CHE UNISCA LE SINISTRE. LO dico scrivendo, dal più storico “MANIFESTO” comunista. Non lasciamo che sia GRILLO a sostituirsi alla naturale politica SOCIALISTA! UNIONE TRA SOCIALISTI RITORNO ALLA BASE MARXISTA, RIPARTIAMO DA LI, Dove PERTINI – BERLINGUER AVEVANO TENTATO. Che sia un GRILLINO, con la maglietta del Che ma la testa rasata, a darmi lezioni di democrazia, non lo accetto. NON CONFONDIAMO LE CARTE!

  • http://youtu.be/FbXpBPK8IHQ Ital

    Lo immaginavo, sono diventato un fascista perchè mi interesso di storia … ma cosa potevo aspettarmi da uno come te?!

    (ed ho scritto anche “per passione storica”!)
    Lasciamo stare, sei la dimostrazione di chi deve ringraziare l’Italia per questo stato di cose.
    Stammi bene.

  • Lucky x la V intern. dal 1921

    Ottimo contenuto, ho espresso in seguito lo stesso concetto, senza aver letto questo. APPROVO!

  • Lucky x la V intern. dal 1921

    Lasciamo stare le battute. Lei si definisce di sinistra?Se non si definisce tale, non capisco cosa cerca dalla sinistra. In ogni modo, entrando nel merito dei contenuti, SIETE O NO favorevoli all’assunzione di 35 000 insegnanti? Sulle politiche industriali, sei o no favorevoli a bloccare questo iper-liberismo attraverso la redistribuzione delle ricchezze , intromissione di patrimoniale, TASSAZIONE FORTE VERSO I POTENTI e detassazione dei salari dipendenti??? Siete o no PERchè i poveri Non hanno colore di pelle?????? Non fate gli anticapitalisti, senza attaccarne il nocciolo! E RINGRAZIATE LE TV, e I GIORNALISTI DA VOI TANTO ODIATI, CHE NESSUNO VI HA MAI FATTO DOMANDE TECNICHE SULLE VS CHIARE INCONGRUENZE DI PENSIERO.

  • Lucky x la V intern. dal 1921

    La stampa di regime? Molto veritieri quindi…

  • Alessandro Paggi

    Pero’ lo dicono a brutto muso, sai che soddisfazione.

  • Gomma Piuma

    L’ho scritto altrove, lo ripeto qui (con le stesse parole, più o meno).
    Io sono una donna, ma non parlo in quanto donna, parlo in quanto individuo e essere umano. Premessa necessaria. Non mi indigno come ‘femmina’, ma come persona.

    Ci sono una dignità ed un onore nel concetto di lotta, di resistenza, di rivolta che sono parte integrante del concetto di lotta, resistenza, rivolta in se stesse. Se prescindi dalla dignità e dall’onore, non stai lottando, non ti stai rivoltando né tanto meno resistendo. Quali che siano i tuoi avversari e le colpe dei tuoi avversari. Senza quella dignità e quell’onore ogni rivoluzione sarebbe agli occhi della storia solo un prosaico bagno di sangue. Ed ogni contestazione il luogo dove dimostrare che meriti esattamente il sistema codardo, basso, impunito e ipocrita che ti governa.

    Detto ciò, aggiungo: da qualche parte ho letto che il M5S farebbe qualcosa d diverso dalla chiacchiera da Bar. Probabile. Quanto meno, nella chiacchiera da bar, si tratta di individui concreti, con le loro fisicità concrete a confronto. O forse si pensa che firmarsi nome e cognome in un blog basti a rendere conto di tutto ciò che la mancanza di contatto vero e diretto toglie alla politica? Su altri fronti sono concorde: servirebbe una seria assunzione di responsabilità da parte della sinistra, dove è mancata, cosa non ha fatto, perché alla base del concetto di libertà e di democrazia, di cittadino, c’è anche quello di ‘responsabilità’ e, per l’ennesima volta, partecipazione.

    In più, per spiegarmi meglio: non condanno la rabbia, non condanno la violenza/intensità (per quanto possa sembrare un’affermazione impopolare). Condanno i contenuti, i mezzi di questa rabbia. Mezzi che tristemente avviliscono e svalutano chi li adopera, più che delegittimare (a torto o a ragione) i destinatari del gesto.

    Gemma.

  • Giancarlo Marignani

    la senatrice di Sel poco fa a skyTg24 ha detto che eravate totalmente contrari, mettete d’accordo il cervello con il dito

  • Jessica

    Mi raccomando compagni comunisti, non cadete nella trappola del M5S, dovete sempre rimanere calmi e pacifici, soprattutto moderati, vogliono cambiare il procedimento di revisione costituzionale ? Non salite sul tetto per protesta, rimanete calmi e pacifici mentre la televisione tace, e punite chi si mette in mostra per denunciare il fatto, un giorno passerà come altri e domani si ricomincerà da capo, rimanete altresì calmi e pacifici, quando regaleranno altri miliardi a delle banche private, quando spenderanno decine di miliardi per acquistare caccia bombardieri d’ attacco, non serve agitarsi, cantate BellaCiao contro chi per queste cose dice qualche parolaccia o qualche stupidata in preda alla rabbia, niente su chi gli tira un ceffone e li insulta allo stesso modo, e alzate polveroni che faranno passare costoro per stupratori, in modo che nessuno parli dei DL che la maggioranza ha approvato calpestando i diritti dell’ opposizione. Mi raccomando fate articoli sui commenti di una chat sul Web.
    Però una cosa vi consiglio di farla sul serio, a voi che ad oggi insultate il M5S, vergognatevi, e ve lo dice una che è sempre stata di estrema sinistra.

  • BEPPE FRILLO

    Ergo ha votato a favore? Ergo la sua mente ha processi cognitivi difficoltosi. Ma perché non andate a scrivere insulti sul blog di Grillo che vi riesce molto bene.

  • BEPPE FRILLO

    La violenza politica espressa verbalmente in aula e finanche gli inulti ci possono stare. La forza e la storia appena passata che aveva il PCI rispetto alla DC era mastodontica rispetto alla forzicchia del M5S che ha alle spalle una storia che nasce da un comico pregudicato ed è un coacervo di fascisti, delusi da Berlusconi e di qualche pidino, rispetto ala debolezza del PD+NCD. Non ci possono stare insulti e minacce da caserma o da sede del FUAN. Quelli ve li potete e dovete risparmiare.

  • BEPPE FRILLO

    Ricordo, infatti, elezioni amministrative dove c’è stata un’avanzata impetuosa nelle istituzioni. E aver abbandonato elezioni regionali per non sfavorire le europee. Vedremo. La sinistra ormai vi conosce e l’errore di credere nel M5S lo faranno in pochi. La sinistra vera crede nella lotta di classe non nelle pagliacciate di un comico pluriomicida.

  • BEPPE FRILLO

    Grillo è un neoliberista con un’attenzione all’ambiente. Nulla di più. Essere di sinistra significa superamento del sistema capitalista, non c’è altra soluzione per il pianeta. Se il PD ormai non è più di sinistra, il M5S è senz’altro di destra. Per cui andate a scrivere nei siti che vi appartengono.

  • aramix

    Eravate chi ? Chiedilo ai compagni della senatrice di Sel….i verbali parlano chiaro !

  • aramix

    Invece di proiettare ……., impari la matematica , che forse le torna utile ad attivare i suoi processi cognitivi e visivi azzerati dopo tanti anni di imbonimento stalinista dei cervelli

  • Fabio

    più o meno come il tuo è Giuliano Ferrara..o sei Giuliano Ferrara?

  • Antonio Scattolin

    Stiamo assistendo in queste ore ad un vergognoso attacco al M5S da parte di un potere ormai alle corde. Letta straparla di barbarie senza fine, ma dovrebbe alludere al suo governo. Pieno appoggio al M5S. L’attacco del potere non vincerà. Letta e Boldrini, offendendo il M5S in toto, offendono coloro che nel M5S non hanno mai insultato nessuno. La maldicenza del potere falso e corrotto non prevarrà. Il potere che si sta esprimendo in giacca e cravatta è odioso. Attacca un movimento che esprime il dolore e la rabbia degli italiani poveri e onesti. Una vergogna senza fine il potere al governo in Italia.

  • Marco

    Ho interrogato un deputato Sel su facebook. Sel non ha partecipato al voto (come mi risulta abbiano fatto anche i 5S), dunque non sono né tra i 265 né tra i 39. Come vede la matematica non è roba da conclusioni semplicistiche come le vostre.

  • aramix

    Certo, che fonte sicura FACE BOOK……
    io ho consultato gli atti della camera, mi spiego ?
    Quindi quel tuo deputato di SEL ( Ma ha un nome ? )sta affermando che SEL non ha nemmeno tentato di votare contro il DDL bankitalia ?Questa si che è una notizia, un partito che si.chiama Sinistra (dei caveax ) e non ha nemmeno votato contro ?? E poi sperano che gli operai dell’Ilva lo votino alle prossime elezioni ? Auguri

  • Marco

    Forse fa finta di non capire. In quei numeri che hai visto gli astenuti non ci sono. E tra gli astenuti mi pare ci siano anche i 5 stelle, altrimenti i contrari sarebbero molto di più visto che i 5S hanno più di 100 deputati.

  • aramix

    Ma ci sei o ci fai ? Forse….ma…… face book ………ecc, ….mi pare……
    I FATTI !
    Basta giustificare quelli che sostengono le lobby delle banche !
    Ma vai a leggerti e a documentarti sui verbali della camera.

  • Antonio Scattolin

    Sto assistendo a Piazza Pulita: assisto alla vergognosa parte che svolge la esponente PD: Che schifo. E alla bella testimonianza della Meloni. Tanto per capire che le categorie destra e sinistra non esistono più. Il PD sarebbe sinistra, sarebbe opposizione (a chi? al M5S probabilmente, all’onestà e al pulito) un partito che per vent’anni ha finto opposizione.

  • Marco

    vabbè, non c’è speranza.

  • Antonio Scattolin

    Bello lo spettacolo a Piazza Pulita: la sinistra capitalista ultraliberista del PD e la destra anticapitalista!!! Non c’è niente di più sporco, lurido e vergognoso della sinistra ultraliberista!!! Alla memoria di Costanzo Preve, che definiva la sinistra ultraliberista il peggio del peggio. Caro Manifesto, aspettiamo le prossime elezioni per vedere nuovamente il tuo invito a votare il PD ultraliberista? E saresti un quotidiano comunista? Ma dove?

  • Antonio Scattolin

    Bello vedere quella del PD contestata dai lavoratori! La classe operaia vi ha abbandonato da un pezzo, caro Manifesto! Comunista… di che? di chi? Gli operai hanno capito da un pezzo da che parte sta la “sinistra”. La sinistra vera va ricostituita in altri lidi.

  • Ariel

    Beppe Frillo, non mi ero accorto che questo sia il “suo” sito. Io non ho un mio, passo per i vari giornali per capire le varie opinioni. Infatti stavo avendo uno scambio d’idee con un altro lettore in modo pacifico. Che il movimento non sia di sinistra è vero, ma ancora dovrei trovare le motivazioni per la quale viene definito di destra.

  • http://porciconleali.blogspot.it/ RoobZarathustra

    Mussolini fu socialista interventista, non pacifista; le violenze ci furono ben prima dell’omicidio Matteotti.

  • Ariel

    E’ ovvio, loro non fanno nulla in parlamento perché nulla li è permesso di fare. Ma almeno protestano per fare qualcosa. Per questo li stimo.

  • Spartacus

    Mi permetto di correggerti, caro Roob: Mussolini fu dapprima pacifista e poi (ricevuti i soldi da Giovanni Agnelli senior) diventò interventista. Con quei soldi fondò il Popolo d’Italia.

  • http://porciconleali.blogspot.it/ RoobZarathustra

    Ma penso che sul piano storico sia rilevante più il suo interventismo nel dibattito sulla guerra che il pacifismo ante-giravolta

  • Lucky x la V intern. dal 1921

    Mussolni in giovetù, nel 1901 collaborava con articoli ANTIMILITARISTI con Prampolini in Giustizia. Nel 1904 DISERTORE poi, amnistiato. NEL 1911 VENNE PERSINO ARRESTATO, COME PACIFISTA CONTRO INTERVENTO IN LIBIA, in manifestazioni con NENNI. Nel 1914 diviene improvvisamente INTERVENTISTA, ma con un piede ancora arroccato al posto di direttore avanti(i soldi ai fascisti non bastavano mai) , nel 1919 fonda i fasci di combattimento e nel 22, il psi si scioglie a livorno. Quindi come da tradizione camaleontica, italiana il DUCE, ne rappresenta al meglio il trasformismo. COME COLORO CHE PASSANO DA DESTRA A SINISTRA o da sinistra a destra… A voi la sentenza!

  • Lucky x la V intern. dal 1921

    Approvo. La mia era solo una notazione all’intervento iniziale. IL FASCISMO, senza se se MA. MALE ASSOLUTO: NESSUN fascista o GRILLINO di turno a rimescolare le carte!

  • Lucky x la V intern. dal 1921

    Concordo. La mia era solo una notazione all’intervento iniziale. IL FASCISMO, senza se se MA. MALE ASSOLUTO: NESSUN fascista o GRILLINO di turno a rimescolare le carte!Questo il mio pensiero.

  • Lucky x la V intern. dal 1921

    Credo che tutti, sono d’accordo, che 5s, nei contenuti, fa bene a contestare la Boldrini, per il metodo “Ghigliottina”, orrendamente utilizzato. Quello che non piace è il metodo che 5s, sta attuando. Un opposizione che mescola elettorati realmente NOSTALGICI FASCISTI, con ESTREMISMI CHE nulla hanno a che vedere con la sinistra e le loro storiche battaglie, insieme a qualche ex compagno. Che 5s si dichiari sopra le parti politiche, può starci, in fondo è strategia MARKETING, (l’azienda di comunicazione è pronta a servirli). Ma non venite a raccontare, che all’interno non vi siano frange fasciste. Questa balìa raccontatela a quelli che vivono dietro un monitor, ma non hanno mai mai mai fatto una manifestazione in mezzo alla gente. Non è possibile, votare MSI, o FORZA ITALIA o altre porcate, poi venir a fare il GRILLINO. Domani quando questi elettori, avranno risposte non positive dai suoi GURU, torneranno a rivorat nuovamente a destra. Chi sono i trasformisti??? Chi si reputa socialista, che sia massimalista, comunista, o anche riformista, deve stare arroccato a sinistra, Dovrebbe cercare di migliorare i le lacune della sinistra, dovrebbe anche incazzarsi con le stesse dirigenze di partito, fare PULIZIA all’interno, proporre congressi, per migliorarsi, ma è VERGOGNOSO, andare a VOTARE insieme a gente che fino a ieri erano i peggior antagonisti politici. Non si fanno questi minestroni. Cari miei compagni, affluiti a 5s, o non lo ci avete mai creduto al progetto socialista, ho state raccontando balle!

  • Lucky x la V intern. dal 1921

    Certamente non va ricostruita dentro 5s, o pd, o altri minestroni simili.LA sinistra è sinistra ha già una identità, non servono trasformisti politici, mescolati a revisionisti storici. LA SINISTRA è SINISTRA!

  • http://porciconleali.blogspot.it/ RoobZarathustra

    abbiamo riportato tutti insieme un po’ di dignità storica. Che bello uno spazio “epurato” da piddini e grillini che s’insultano a vicenda 😀

  • Lucky x la V intern. dal 1921

    Aggiungo, inoltre, che sarebbe il caso, che GRILLO togliesse motti di PERTINI E BERLINGUER da suo BLOG. LORO; NON SI VERGOGNAVANO A DEFINIRSI COMPAGNI, LORO AVEVANO UNA CASA E UN PESIERO DI SINISTRA, LORO NON DICEVANO NON SIAMO NE SINISTRA NE DESTRA NE CENTRO NE CHIssà… QUINDi lascia perdete questi personaggi, NON SONO la TUA STORIA, caro GRILLO! E purtroppo, con grande rammarico, neanche del PD o Craxiani vari!

  • http://porciconleali.blogspot.it/ RoobZarathustra

    “Tanto per capire che le categorie destra e sinistra non esistono più.” Infatti vivete nell’era dell’unica ideologia dominante: Il mercato, a questo in effetti di destra o di sinistra non importa nulla e cerca di non farlo importare a nessuno.

  • http://porciconleali.blogspot.it/ RoobZarathustra

    ” vogliono cambiare il procedimento di revisione costituzionale ? ”
    Qualcuno dimentica sempre di dire cosa cambiava la deroga all’art.138 Cost., cambiava questi due aspetti:
    1)Accorciamento del dibattito parlamentare(e ci può stare fare opposizione=
    2)Estensione del referendum confermativo anche qualora si fosse raggiunta la maggioranza dei 2/3 in Parlamento.

    Quindi i grillini sui tetti sono andati per non abbreviare la discussione parlamentare e non permettere il referendum se si fossero raggiunti i 2/3

    W L’EGEMONIA CULTURALE 😛

  • Lucky x la V intern. dal 1921

    Infatti, si nascondono come nei motti leghisti, “SIAMO SOPRA LE PARTI” . Ottimo metodo per cercar voti, nel momento in cui la gente si vergogna a definirsi compagni.La scusante non siamo ne di destra ne di sinistra, è vecchia0!

  • Lucky x la V intern. dal 1921

    Concordo. troppo revisionismo storico pro fascismo, Senza BASI STORICHE. Cosa credono, che il fatto che i partigiani siano morti tutti per anzianità, non sono rimaste testimonianze REGISTRATE O SCRITTE di cosa sia stato il ventennio????Manteniamo la cultura storica attiva.

  • Raffaele D’Abrusco

    Io per lo stesso motivo li reputo fastidiosi ed inutili.

  • sandro

    Ciao beppe (posso risponderti solo ora) più si va avanti con gli anni è più si guarda indietro ai bei tempi che furono…….ma il passato è purtroppo abitato da fantasmi che magari ci confortano ma restano fantasmi…..incorporei…..evanescenti.
    Devo cercare tra i fantasmi per convincermi che il PD possa ancora essere il “partito” con l’accezione che tu dai al termine.
    Purtroppo la realtà è ben diversa.

  • beppe

    Ciao sandro, anche io scrivo o rispondo quando posso. Tendenzialmente sono d’accordo con te, pero’ sono cosi’ ardito da avventurarmi in una considerazione. 20 anni di edecazione berlusconiana hanno rovinato molte, troppe cose e ne hanno influenzato negativamente molte altre. Io sono convinto che il nostro cesto ha meno mele marce degli altri, ripuliamolo e ricominciamo. Solo utopia? Forse no. Permettiamoci il lusso di sperare.

  • beppe

    Ciao sandro, sono ancora io.ti scrivo ancora perche’ comunque di una cosa devo ringraziarti, per avermi detto di fare attenzione ai fantasmi del passato. Hai ragione. Ogni tanto la cosa mi sfugge…..ma il confronto serve anche a quello, a non perdere di vista certe cose.