closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Immigrazione, l’Italia bacchettata alla vigilia del summit milanese

Rifugiati. Da sabato scorso altri tremila stranieri hanno attraversato il Canale di Sicilia. A centinaia sono sbarcati anche a Lampedusa. Intanto continua il braccio di ferro con l'Ue. Alfano promette di giocarsi "davvero tutto" duranete il semestre di presidenza, ma la commissaria Malstrom fa sapere che l'Italia è il paese più finanziato del continente per la gestione dell'emergenza. Gli italiani soccorrono i migranti in mare ma poi se ne disinteressano nella speranza che riescaono da soli ad andarsene altrove. Le richieste di asilo accolte negli altri paesi sono molte di più. Oggi il vertice dei ministri degli interni in programma a Milano

Profughi siriani accampati alla stazione Centrale di Milano

Profughi siriani accampati alla stazione Centrale di Milano

Almeno su una cosa l'Europa è unità. Nessuno vuole farsi carico delle migliaia di disperati che ogni giorno attraversano il Canale di Sicilia. Neppure quando muoiono a centinaia. Ci si chiede come è stato possibile lo schiavismo, tra qualche decennio ci si chiederà come è stato possibile questa strage infinita ancora una volta ad opera dell'Occidente. Oggi a Milano si terrà il vertice europeo dei ministri dell'interno di tutti i paesi Ue, il primo evento che l'Italia ospiterà nel corso del tanto sbandierato semestre di presidenza. La città lanciata nell'affanosa rincorsa a Expo si rifa di nuovo il trucco: sventolano...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi