closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Imboscata jihadista in Mozambico. In gioco i giacimenti di idrocarburi

Esercito sotto attacco. Almeno 25 militari uccisi dal gruppo «Ansar al-sunna al-Shabaab». Per i civili senza aiuti da sei mesi nella provincia di Cabo Delgado situazione al limite

Il presidente mozambicano Felipe Nyusi

Il presidente mozambicano Felipe Nyusi

«Sono almeno 25 i militari uccisi domenica in Mozambico durante un'imboscata compiuta da combattenti jihadisti nel nord del Paese», hanno riferito martedì fonti militari del governo di Maputo. In queste ultime settimane il gruppo conosciuto come «Ansar al-sunna al-Shabaab» - affiliato allo Stato islamico come Provincia dell’Africa Centrale (Iscap) - ha aumentato il livello di scontro in un’area considerata strategicamente fondamentale dal governo centrale grazie alla sua ricchezza di giacimenti di idrocarburi. Nelle giornate di lunedì e martedì è stato attaccato il villaggio di Mute, una ventina di km dalla penisola di Afungi, centro nevralgico di un progetto che rappresenta...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi