closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Ilva, le divergenze parallele tra Lega e Cinque Stelle

Il caso. Per i parlamentari leghisti pugliesi sostenere che vada chiusa è «inaccettabile», mentre i grillini si battono per la chiusura delle fonti inquinanti, riconversione economica del territorio. Il tempo stringe, e i colpi di scena non sono finiti. A luglio le casse saranno vuote

Un momento di una conferenza stampa M5S alla Camera nel 2016

Un momento di una conferenza stampa M5S alla Camera nel 2016

A sei anni dal sequestro degli impianti, a cinque dal commissariamento e ad oltre tre dal passaggio in amministrazione straordinaria, il futuro del più grande gruppo industriale italiano, l'Ilva, è ancora profondamente incerto. Dopo che lo scorso giugno la new.co Am InvestCo Italy guidata dal colosso mondiale ArcelorMittal si aggiudicò il bando di gara internazionale per l'acquisizione del gruppo, in molto pensarono, erroneamente, che la strada verso una nuova epoca fosse spianata: niente di più sbagliato. NON SONO INFATTI bastati ben otto mesi di trattative, conditi da 32 incontri al MiSe, per trovare la quadra sul piano industriale presentato da...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi