closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Ilva, il governo ha deciso: sarà di Arcelor-Marcegaglia

Acciaio. Il decreto Calenda fissa gli step delle prossime negoziazioni. Resta l’incognita occupazione. I sindacati avevano chiesto un incontro ma non c’è stato: cortei e proteste a Genova e Taranto

Il corteo dei lavoratori Ilva di Genova

Il corteo dei lavoratori Ilva di Genova

Il ministro dello Sviluppo Carlo Calenda ha firmato ieri sera il decreto sull’Ilva: ad aggiudicarsi il gruppo siderurgico è la cordata Am Investco Italy srl di ArcelorMittal-Marcegaglia, che ha avuto la meglio sull’alleanza DelFin-Jindal (da cui si erano recentemente sfilati Arvedi e Cdp). Intanto a Genova i lavoratori avevano sfilato per chiedere garanzie occupazionali, e i sindacati si erano riuniti a Taranto: i segretari di Fim, Fiom e Uilm, Marco Bentivogli, Maurizio Landini e Rocco Palombella, avevano scritto al premier Paolo Gentiloni e allo stesso Calenda per chiedere la convocazione di un incontro preventivo alle decisioni: ma il governo ha...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.