closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Ilo: “La flessibilità non favorisce stabilizzazioni e contratti in regola”

Il rapporto "World of Work". L'organismo Onu smentisce la teoria liberista. Ben 839 milioni di lavoratori guadagnano meno di 2 dollari al giorno. Duecento milioni di disoccupati nel mondo, e aumenteranno

«Contrariamente alle previsioni, rendere il mercato del lavoro più flessibile non rende più semplice il passaggio da un posto di lavoro in nero o precario a uno a tempo indeterminato». Lo scrive l’Ilo (International Labour Organization, organismo dell’Onu) nel suo rapporto «World of Work 2014». Lo studio si concentra soprattutto sulle economie emergenti, dove ben 839 milioni di lavoratori vivono con meno di due dollari al giorno. L’incidenza del fenomeno in queste aree, aggiunge l’Ilo, si è però drasticamente ridotta nel corso degli ultimi anni: la quota di poveri rispetto alla forza lavoro totale è infatti scesa a circa un...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi