closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Il voto sul governo segna anche la fine di un’illusione

Piattaforma Rousseau . Nonostante le ingenti risorse investite dall’Associazione Rousseau – che, ricordiamo, non è proprietà del Movimento ma di Davide Casaleggio e altri – il voto su piattaforma digitale non sarà mai del tutto “personale ed eguale, libero e segreto” come vuole l’art. 48 della Costituzione

Pubblicità della piattaforma Rousseau

Pubblicità della piattaforma Rousseau

Le convulsioni dei gruppi parlamentari del M5S, dopo il varo del governo Draghi, hanno messo in ombra quel che è, invece, probabilmente la conseguenza di più lungo periodo del voto degli attivisti del Movimento sulla piattaforma Rousseau: la fine di ogni illusione riguardante la democrazia diretta digitale. Nelle intenzioni di chi lo ha ideato e di chi oggi ne alimenta il continuo sviluppo, Rousseau, invero, non è solo una piattaforma per il voto digitale ma un “ecosistema” nel quale opera un’intera comunità politica e ogni individuo della “specie” può accedere a informazioni, proporre provvedimenti e leggi, interagire con i propri...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi