closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Il «vizio» delle tasse

Fisco & Morale. La condanna di Berlusconi per frode fiscale e la richiesta del suo partito di sottrarlo alla giustizia hanno riportato un antico rapporto

Il fisco, almeno negli stati democratici moderni, ha sempre preteso di incarnare una qualche forma di morale. Richiamandosi ora all’eguaglianza, ora al bene comune, ora alla competitività. Né ha mai rinunciato a indicare, con le sue aliquote e detrazioni, con la composizione del cosiddetto “paniere”, ma soprattutto attraverso la tassazione indiretta, modelli di buona vita: la famiglia, la morigeratezza dei costumi, il risparmio, l’ “operosità” e così via. La condanna di Berlusconi per frode fiscale e la richiesta del suo partito di graziarlo, amnistiarlo o comunque sottrarlo, tramite questo o quell’espediente, al normale corso della giustizia hanno riportato in primo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi