closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Il visone non è più di moda: stop a tutti gli allevamenti di animali da pelliccia

Allevamenti di animali. Il Covid aveva già imposto lo stop. La chiusura ora è definitiva. La Lav: risultato storico

Una svolta storica, benché in ritardo: dal prossimo primo gennaio 2022 l’Italia mette al bando gli allevamenti di animali - visoni, volpi, procioni, cincillà - per ricavarne pellicce. È grazie a un emendamento alla Legge di Bilancio 2022, approvato ieri dalla Commissione Bilancio del Senato, che viene riconosciuto un principio che organizzazioni come la Lav (Lega Anti Vivisezione) chiedono almeno dal 2011. Si tratta di un emendamento trasversale, la cui prima firmataria è la senatrice Loredana De Petris (LeU, con altri suoi colleghi di gruppo) ma che è stato sottoscritto anche dai senatori Croatti, Perilli e Maiorino (M5S), Giammanco (FI),...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.