closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Il virus colpisce di più i migranti: la causa è sociale

Lo studio Ecdc. Rischi occupazionali, alloggi sovraffollati, barriere del sistema sanitario sono le ragioni principali delineate dal rapporto

Rilevamento della temperatura

Rilevamento della temperatura

Le persone migranti, sia quelle arrivate di recente che le seconde generazioni, tendono a soffrire di più il contagio e gli effetti del coronavirus. Lo sostiene uno studio del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) pubblicato ieri. In Danimarca, Norvegia e Svezia il numero di migranti colpiti dal Covid-19 è stato proporzionalmente maggiore rispetto al resto della popolazione. In Italia e Spagna sono finiti più in ospedale in rapporto ai cittadini nazionali. Nel Regno Unito, Olanda, Francia e Svezia si sono registrati tassi di mortalità più alti tra gruppi di persone provenienti da specifiche aree...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi