closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Il tribunale delle poetesse

Ogni anno, in quei giorni impastati di scommesse che precedono l’annuncio del Nobel per la letteratura, in Corea del Sud risuona un nome solo: Ko Un. È il poeta nazionale e ci si infiamma perché sia lui a vincere, a scortare la penisola fino all’Accademia di Svezia. I suoi versi piacquero tanto pure a Allen Ginsberg, che lo conobbe a una lettura di poesia e che lo ritrasse così: «Monaco mendicante, poi redattore capo di un giornale buddista, poi preside di una scuola gratuita per i poveri, poi scrittore prolifico e alcolizzato, poi aspirante suicida, poi nazionalista ribelle e prigioniero...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.