closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Il tramonto dell’idea di «Europa delle regioni»

Sbilanciamo l'Europa. Chi sogna la fronda dallo stato-nazione a cui appartiene dà prova di una decisa volontà di sovranità economica. Si tratta di volontà secessionistica dei «ricchi»

Il referendum scozzese del 18 settembre rappresenta un’inversione di tendenza nella Ue, che dopo una decina d’anni ha integrato 13 nuovi paesi, mentre adesso inaugurerebbe una fase di disintegrazione degli stati-nazione? La Scozia ha scelto di restare nella Gran Bretagna, con una confortevole maggioranza. Ma altre scissioni potenziali si profilano all’orizzonte. La Catalogna vorrebbe indire una consultazione popolare per il 9 novembre prossimo, ma Madrid considera l’iniziativa illegale. Il Belgio cova la divisione da anni, i fiamminghi sognano la scissione dai valloni francofoni e la questione è stata al centro delle due ultime legislative (2010 e 2014), seguite, in entrambi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.