closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

“Il tempo è scaduto”. Oggi manifesta l’acciaio

Transizioni siderurgiche . Finalmente unite le vertenze di Taranto e Piombino. Tute blu in sciopero e in mattinata sotto il Mise e il Mef, per chiedere un piano nazionale della siderurgia, sempre rinviato dal governo, che li riporti al lavoro tutelando salute e ambiente. Venturi (Fiom Cgil): "Necessario un processo di decarbonizzazione in una transizione che sia equa e giusta, che non si traduca in deindustrializzazione del Paese, e non si scarichi sui lavoratori e sui loro redditi".

Produzioni siderurgiche

Produzioni siderurgiche

Al pari di una (efficace) legge antidelocalizzazioni, il piano nazionale della siderurgia dovrebbe finire a “Chi l'ha visto?”. Ne aveva parlato l'allora ministro pentastellato Patuanelli all'epoca dei governi Conte. Poi sono arrivati i migliori guidati da Mario Draghi, e anche l'erede di Patuanelli, Giancarlo Giorgetti, si è esposto assicurandone il rapido varo. Che ancora non è arrivato. Intanto però i 60mila lavoratori dell'acciaio, fra diretti e indiretti, che gravitano sui due principali poli siderurgici italiani di Taranto e Piombino, hanno definitivamente perso la pazienza e oggi scioperano, manifestando a Roma. Perché, come evidenziato nello slogan della giornata, “Il tempo è...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.