closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Il Sublime al servizio della Decadenza: Thomas Cole

A Londra, National Gallery, "Thomas Cole. Eden to Empire". Più che il paesaggismo selvaggio, che fece del pittore inglese trasferitosi in America il creatore della scuola dell’Hudson River, la mostra indaga la sua produzione visionaria originata, in Italia, dalla scoperta delle rovine

Thomas Cole,

Thomas Cole, "The Course of Empire: Destruction", 1836, New York Historical Society

Quando Ed Ruscha rappresentò alla Biennale di Venezia del 2005 gli Stati Uniti, il suo lavoro – una serie di immagini di magazzini commerciali di Los Angeles – si ispirò, nel titolo e nella sostanza, al The Course of Empire di Thomas Cole. Al grande pittore di paesaggio di origini britanniche, trasferitosi nel 1818 con la famiglia negli Stati Uniti, era stata dedicata una prima retrospettiva americana nel 1994, che lo aveva riscoperto come fondatore della scuola dell’Hudson River e come padre ispiratore di una generazione di artisti dediti alla rappresentazione della specificità dei paesaggi americani, di quella wilderness e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.