closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Il sogno di Alejandro Jodorowsky

Cinema. Un gesto creativo che ha atteso «ottantacinque» anni per realizzarsi, così dice il regista del suo «La danza della realtà» da ieri nelle sale che lo ospitano in un tour lungo l’Italia.

una scena dal film La danza della realtà

una scena dal film La danza della realtà

Un gesto creativo che ha atteso «ottantacinque» anni per realizzarsi, così dice Alexander Jodorowsky del suo La danza della realtà da ieri nelle fortunate sale che lo ospitano in un tour lungo l’Italia. È stata lunga la sua pausa dal cinema. Dall’ultimo film, Il ladro dell’arcobaleno è passato un intervallo di ventidue anni, non certo voluto e che lo mette quasi in agitazione, lui così accogliente nei confronti degli eventi, ma piuttosto irritabile per quanto riguarda l’industria del cinema che non tollera i film «d’arte». Infatti ha accumulato i soldi, dice, e se lo è prodotto da solo (con Pathé)....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi