closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

«Il sindacato non poteva entrare, da oggi siamo tanti a chiedere diritti»

Lo Sciopero. La lotta dentro ai magazzini. «Capisco gli interinali: più lavorano, più sperano. Ma pochi sono stabilizzati»

Il presidio dei lavoratori Amazon in sciopero a Passo Corese

Il presidio dei lavoratori Amazon in sciopero a Passo Corese

Il magazzino Fc01 di Passo Corese è il primo della seconda generazione. Niente a che vedere con l’ormai vetusto Mxp5 di Castel San Giovanni a Piacenza, il primo Amazon in Italia. Qui a 40 chilometri a nord di Roma «è tutto robotizzato» e gran parte dei 1.300 lavoratori a tempo indeterminato più altrettanti interinali operano «in cabine di plexiglass senza rapporti diretti con i colleghi». In cima alla piccola collina troneggia il blocco rettangolare verso cui brulicano decine di tir mentre sotto fervono i lavori di spiano: «Vengono Poste e Leroy Merlin, sfruttano la vicinanza, mentre presto Amazon aprirà magazzini...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi