closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Il silos di Lamezia uccide il terzo operaio, era emigrato dalla Toscana

Inchiesta e lutto. Nelle altre fabbriche della zona neanche un minuto di silenzio. Sit-in Cgil davanti la fabbrica

Lamezia Terme

Lamezia Terme

Aveva lasciato la ridente Val di Chiana, e le sue colline ricche di ulivi tra le provincie di Arezzo e Siena, per emigrare 1000 km più a sud. La crisi ha scombinato anche le direttrici dell’emigrazione. Per cercare lavoro ci si sposta anche verso il Mezzogiorno, dalla benestante Toscana alla martoriata Calabria. Ma ad Enrico Amati, da Sinalunga, questo viaggio della speranza è costato la vita. Enrico Amati, operaio, è deceduto ieri all’ospedale di Catanzaro dove era stato ricoverato con ustioni sul 90% del corpo. Le sue condizioni erano apparse subito gravissime. Tanto che era stato ricoverato a Catanzaro per...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.