closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Il segreto in tre anni di girato

Ultravista. La palestinese Rana Abu-Fraiha al festival di Massa Marittima con il film «In her Footsteps»

Rana Abu-Fraiha

Rana Abu-Fraiha

Nella prima inquadratura il deserto, dromedari, un accampamento beduino: come voltarsi indietro verso un passato a stento conosciuto, origini forzatamente recise. Allora era stata una prepotente ragione di genere, il desiderio di una vita altra per se stessa e per le figlie, via dal destino di sottomissione previsto atavicamente dalla società beduina - minoranza segnata da espropri e deportazioni da parte del governo israeliano - a spingere la madre di Rana Abu-Fraiha, regista di In Her Footsteps, a lasciare nottetempo Tel Sheva, luogo d’origine del marito (che pure - lo narra un video8 fine anni ’80 - lei, appartenente a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.