closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Il secolo d’oro degli strumenti

Eventi/Nel 1921 venne ideato il primo vibrafono, dieci anni dopo verranno elettrificati pianoforte, chitarra e violino. Oggetti che hanno rinvigorito generi o dato forma a nuovi stili. Per molti costruttori l'intento fu di dar vita a modelli che potessero consentire di ottimizzare risorse e guadagni. Ripensando ai «colori» del Rhodes e alla prima canzone rock su barrette in metallo

Uno dei 25 vibrafoni Leedy costruiti tra il 1924 e il 1929

Uno dei 25 vibrafoni Leedy costruiti tra il 1924 e il 1929

Gli anniversari sono quasi un evento comune nella musica, dove, in ogni giorno dell’anno, si può trovare una data riguardante jazzisti, compositori, rockstar, oppure la ricorrenza di un evento (dall’uscita discografica al concerto memorabile) o ancora l’ufficialità di un brevetto, in questo caso relativo soprattutto a strumenti e congegni musicali. È il caso anzitutto del vibrafono che inizia a essere concepito fin dal 1916, quando Herman Winterhoff, liutaio della Leedy Manifacturing Company a Gran Rapids nel Michigan vuole creare inediti effetti «vox humana» su una marimba in lamine di tre ottave: collegando lo strumento a un motore ottiene soluzioni di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.