closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Il salmone verso la sorgente critica

Tommaso Labranca. La scomparsa dello scrittore e performer italiano. Scrisse una analisi formidabile sul trash che smontava la divisione tra cultura alta e cultura bassa

Una foto di Tommaso Labranca

Una foto di Tommaso Labranca

«Sono talmente intollerante che non mi tollera più nessuno», diceva di sé Tommaso Labranca in una buffa intervista di qualche anno fa uscita su Repubblica XL. Lo scrittore, agitatore culturale, teorico del trash in gioventù è morto l’altra notte a 54 anni per un attacco di cuore nella sua casa di Pantigliate periferia di Milano. Era gentilissimo di persona, coltissimo. Sapeva tutto e di tutto, senza risparmio: da Adelphi all’Esselunga ai Pokemon ai Kraftwerk. Era affilato nello sguardo e nei giudizi come uno snob d’altri tempi, con un occhio ad Arbasino certamente, ma anche al Dino Risi de Il vedovo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.