closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Il «Safari» contro Lgbt e antifascisti dei Nazkorp

Ucraina. Tornano le scorribande volte a terrorizzare chiunque condivida i valori della democrazia, dei diritti civili e dell'uguaglianza

Tornano le scorribande neofasciste in Ucraina. Nazkorp, il braccio politico del battaglione Azov tristemente famoso per le sue attività criminali durante la guerra nel Donbass, ha lanciato due settimane fa, l'iniziativa «Safari-Ukraine» intesa a terrorizzare chiunque condivida i valori della democrazia, dei diritti civili e dell'uguaglianza. In un lugubre video di presentazione della «campagna d'estate» di Nazkorp, un gruppo di neofascisti con in braccio fucili a canna lunga per il bracconaggio, in testa cappelli a falda larga tipo Chamylo e sullo sfondo di una bandiera nera con la celtica invocano alla mobilitazione «contro la feccia di sinistra, i malati, i...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi