closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Il rischio implosione e il referendum americano

Tolleranza zero e presidenziali. Perché la sicurezza nazionale è soprattutto questione interna

Protesta a Londra contro Trump

Protesta a Londra contro Trump

A che serve chiedersi a chi porti voti l’insurrezione dei neri a Charlotte? Inutile, cinico e sbagliato, chiederselo, specie se il sottinteso evidente è che Hillary dovrebbe adesso farsi più dura, prendere le parti degli agenti e non lasciare all’avversario la carta della «sicurezza». Non fare, insomma, come ha fatto - e come ha fatto Barack Obama - dopo gli ultimi attentati di New York, tenendo una linea considerata soft e debole (l’unica ragionevole!). Certo, siamo a poche settimane dalle presidenziali. E tutto ciò che è «disordine», tutto ciò che suscita «paura», tutto ciò che può essere ed è utilizzato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi