closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Le donne si mobilitano per la casa internazionale: dalla giunta Raggi vendetta inspiegabile

IL TETTO CHE SCOTTA. Casa internazionale delle donne di Roma. Cominciano le mobilitazioni. Solidarietà dall'attivismo, dalle istituzioni, dai centri antiviolenza e dai sindacati

una foto di Patrizia Cortellessa

una foto di Patrizia Cortellessa

Dopo la votazione di giovedì della mozione Guerrini (m5s) durante il consiglio comunale che sdogana con disinvolta e apodittica sciatteria la chiusura della Casa internazionale delle donne di Roma, diverse sono state le reazioni, sia da parte dei movimenti che delle istituzioni. C’era da aspettarsele, vista l'entità del danno che un provvedimento di sfratto creerebbe non solo alla città ma a un percorso inaggirabile e non quantificabile di esperienze. Non sono solo culturali le iniziative che in questi decenni si sono succedute nel comparto del Buon Pastore, ristrutturato e tenuto in piedi economicamente proprio da quelle donne che paradossalmente ora...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi