closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Il reato di tortura deve riguardare i pubblici ufficiali

Commissione Giustizia . Al Senato inizia oggi l'esame della legge. L’unico reato stabilito dalla Costituzione riguarda, non a caso, lo Stato

Oggi in commissione giustizia del senato inizia la discussione degli emendamenti al disegno di legge sull’introduzione del reato di tortura. Carlo Alberto Dalla Chiesa, 1978: «L’Italia può sopravvivere alla perdita di Aldo Moro, ma non all’introduzione della tortura». L’affermazione è tanto più significativa perché, a pronunciarla, non è un militante di un’organizzazione umanitaria o un dirigente di Amnesty International, bensì un generale dei Carabinieri, allora Coordinatore delle forze di polizia e degli agenti informativi per la lotta contro il terrorismo: e in quelle parole si trova l’enunciazione della più assoluta incompatibilità tra tortura e democrazia. Non a caso il divieto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.