closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Il reato del ministro e la propaganda dei pieni poteri

Il sequestro di persona è un reato gravissimo, a prescindere da come si concluderà la vicenda giudiziaria dell’ex Ministro Salvini davanti al Tribunale di Palermo per il caso Open Arms. E l’aver deciso da solo o insieme ad altri ministri non modifica le sue responsabilità. La nostra Costituzione peraltro non prevede responsabilità collettive del governo per decisioni prese da un ministro nell’ambito delle sue prerogative. Ma anche se si trattasse di responsabilità collettiva, la legge non dice che in tal caso debba essere suddivisa tra chi ha commesso un reato. Insistere su questo punto da parte di Salvini è solo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi