closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Il realismo magico in versione coreana

Narrativa . "Bianca come la luna" di Hwang Sok-yong, una storia di migrazione senza toni melodrammatici

Chi possiede la dote di separare il corpo dall’anima ha maggiori probabilità di sopravvivere in un mondo in cui le persone e i luoghi hanno perso la loro aderenza originaria. È questa la lezione impartita dalla vita alla protagonista di Bianca come la luna (traduzione di Andrea De Benedittis, Einaudi, pp. 217, € 19,00), romanzo di iniziazione alla globalità a firma dello scrittore coreano Hwang Sok-yong, ex prigioniero politico del quale Einaudi ha già pubblicato Come l’acqua sul fiore di loto nel 2013. Siamo nella Corea del Nord negli anni novanta del Novecento e un’interminabile carestia sta affamando la popolazione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi