closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Il problema non è il referendum di Renzi, ma chi non vuole il reddito di base

Il caso. Per evitare di turbare il governo Draghi dopo l'elezione del presidente della repubblica nel 2022 Renzi lancerà un referendum per abolire il "reddito di cittadinanza". Salvini rilancia la richiesta di rivederlo perchè molti preferiscono percepirlo e non farsi sfruttare. Il governo Draghi, prima o poi, lo modificherà nei termini di una politica di messa al lavoro. Il problema è però un altro: c'è la volontà politica di non estenderlo senza condizioni e come un reddito di base mentre i poveri sono aumentati: un milione in più in soli 12 mesi

Matteo Salvini e Matteo Renzi

Matteo Salvini e Matteo Renzi

Il problema non è Renzi che ha annunciato un referendum per abolire il cosiddetto “reddito di cittadinanza” nel 2022 dopo l’elezione del nuovo presidente della Repubblica, né Salvini che ieri ha rilanciato la richiesta di rivederlo, ma tutta la politica italiana che non vuole estenderlo senza vincoli né condizioni trasformandolo in un reddito di base. Mentre sui social network si sprecano la battute contro il fenomeno di Rignano specializzato nel farsi massacrare ai referendum, si continua a dare credito alla narrazione pentastellata per cui un sussidio di ultima istanza come il “reddito di cittadinanza” avrebbe evitato l’allargamento della povertà nella...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.