closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Il primo maggio nel calendario: «Un giorno delle vostre vite vale tutte le vite dei capitalisti»

Speciale in Asia. Iran e il primo maggio

Il 22 aprile del 1982, Jomhouri-e Eslami, il giornale fondato dal Partito islamico repubblicano, riporta una dichiarazione di un funzionario della Casa dei lavoratori, Khane-ye kargar. Dice: «Il Primo maggio è una distorsione di ciò che i marxisti hanno fatto per la Seconda Internazionale di Parigi». Poi aggiunge: «Sulla base delle nostre ricerche, abbiamo scoperto che la mentalità dei protagonisti del Primo maggio era religiosa». Assegnare nuovi significanti al pre-esistente, trasformare, creare discontinuità con il passato: segue questa linea logica anche l’inserimento del primo maggio, giornata internazionale dei lavoratori, nel calendario iraniano. La forza simbolica di quella ricorrenza assume connotati...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.