closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Il presidente romeno sta con la «diaspora». La protesta va avanti

Governo sotto pressione. Polizia travolta dalle polemiche per gli scontri di venerdì notte con il bilancio di oltre 400 feriti. Ma la piazza torna a riempirsi contro la corruzione

Bucarest, la polizia spara gas lacrimogeno contro un manifestante

Bucarest, la polizia spara gas lacrimogeno contro un manifestante

Bucarest si è risvegliata confusa dopo una giornata di proteste per dire basta alla corruzione. Il presidente romeno Klaus Iohannis è stato uno dei primi a reagire: «Condanno con fermezza l’intervento brutale della polizia e l’uso sproporzionato della forza nei confronti della maggioranza dei manifestanti in piazza». «Il ministero dell’Interno è chiamato a spiegare urgentemente il modo in cui è stata gestita la situazione», ha poi aggiunto l’ex-sindaco di Sibiu, nonché esponente del Partito Nazionale Liberale (Pnl). Nell’ultimo periodo Iohannis è stato costretto a una difficile coabitazione con il governo del Partito Social Democratico (Psd) della prima ministra Viorica Dancila....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.