closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Il presidente ceco Zeman: «La nostra intelligence ha prodotto il Noviciok»

Caso Skripal. Secondo Praga, il veleno usato contro l'ex spia è stato prodotto in Repubblica Ceca e poi completamente distrutto. Mosca: «Come avevamo detto. E Londra nasconde gli agenti del dirty dossier su Trump»

Salisbury, le «indagini» della polizia scientifica

Salisbury, le «indagini» della polizia scientifica

Torna a infiammarsi la polemica sul caso di Alexey Skripal, l’ex agente dei servizi russi avvelenato assieme alla figlia da un gas nervino denominato «Noviciok» a Salisbury lo scorso 4 marzo. L’altro ieri il presidente della Repubblica Ceca Milos Zeman in una intervista al canale televisivo Barrandov ha rivelato che il suo paese ha prodotto e stoccato «Noviciok», anche recentemente. «L’Istituto di Ricerca del Ministero della Difesa nel novembre 2017 a Brno ha testato il gas nervino A-230 (della famiglia di “Noviciok”), in quantità trascurabile», ha affermato Zeman. Secondo il presidente ceco, «il veleno è stato da noi prodotto al...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi