closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Il prefetto a guardia dello stato d’eccezione

Questione romana. Sotto la maschera del potere neutrale. Roma come Londra negli anni ’80 del secolo scorso quando, nel dare il cambio del ciclo economico, venne sciolto il consiglio comunale

La storia politica europea degli ultimi trent’anni è la storia della difesa della libertà del mercato dall’assedio della democrazia. Una torsione insostenibile rispetto al precedente ciclo continentale – anch’esso per causalità trentennale – che aveva registrato, se non un rovesciamento, almeno un robusto riequilibrio di forze tra i movimenti popolari e le élites mercatiste. Non importa esser ferrati nell’armamentario della scolastica marxista d’antan per sottolineare questo riequilibrio di forze: la nostra carta costituzionale può esser letta come la sua più alta espressione europea. Un riequilibrio che i codici istituzionali e morali sorti dalla guerra civile europea e dal ciclo lungo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi