closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Il territorio si sbriciola, in pericolo il 91% dei Comuni italiani

Una frana di Paese. Il crollo del viadotto sull’autostrada Torino-Savona conferma il trend. Secondo l’Ispra, l’Italia è uno dei Paesi europei più esposti a frane. Oltre sei milioni di italiani vive in zone a rischio alluvione e 1,2 milioni in aree franose

Nella cartina, evidenziata la densità di popolazione che convive con il rischio idrogeologico

Nella cartina, evidenziata la densità di popolazione che convive con il rischio idrogeologico

Domenica pomeriggio è crollato un viadotto lungo l’autostrada A6, la Torino-Savona. A venir giù sono venti metri d’impalcato, lungo la corsia diretta nel capoluogo piemontese. Il viadotto «Madonna del Monte» è stato investito da una frana: dal fianco della collina è scesa una colata di fango, che ha colpito la base dell’infrastruttura, come si vede nell’impressionante video diffuso dai Vigili del Fuoco. Non è un secondo Ponte Morandi, perché non ci sono vittime e perché al netto di verifiche in corso sulla stabilità (la «Verdemare» è chiusa anche tra Millesimo e Savona in direzione della città ligure, per le verifiche...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.