closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Il poeta Kadhem Khanjar: «In Iraq si muore per i conflitti decisi da altri»

Intervista. «Oggi il paese è dilaniato da gruppi che fanno propri gli interessi di forze esterne»

 Kadhem Khanjar

Kadhem Khanjar

«Quella in atto in Iraq non è una rivoluzione quanto piuttosto una rivolta in senso contemporaneo, priva di un programma politico e di precise richieste sociali. La rivolta ha comunque assunto una connotazione politica perché i miei concittadini contestano fermamente l’uso strumentale e fazioso della religione». È con queste parole che il poeta iracheno Kadhem Khanjar, 29 anni, commenta le manifestazioni che in questi giorni hanno luogo in diverse località del suo paese. Domani alle 11:30 sarà ospite al Festival Internazionale di Ferrara (ore 11:30 in piazza Verdi) per presentare la raccolta In guerra non mi cercate. Poesia araba delle...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.