closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rubriche

Il Pnrr cancella le coste italiane

Attenti ai dinosauri. La rubrica a cura della Task Force Natura e Lavoro

Che quasi la metà delle spiagge italiane sia in erosione e che buona parte delle rimanenti non subisca questo processo solo grazie a orribili e pericolose opere di difesa che vanno mantenute e, spesso, sostituite con strutture meno impattanti, il PNRR sembra non saperlo. E neppure sa che l’erosione continua ad allargarsi alle spiagge non difese, spesso proprio in risposta a queste opere. Forse lo scoprirà quando avrà sviluppato i sistemi di monitoraggio ambientale (ma i dati di quelli esistenti ci dicono già molto, se vogliamo agire), la digitalizzazione dei parchi naturali (quelli costieri, ovviamente), la mappatura dei fondali marini...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi