closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Il pm genovese Zucca: «La svolta repressiva fu impressa da De Gennaro»

G8 di Genova. Enrico Zucca è stato il magistrato che, come pubblico ministero, ha condotto l’accusa verso i vertici della polizia per l’incursione alla scuola Diaz di Genova, il 21 luglio del 2001, la nota «macelleria messicana»

Manifestanti dopo l'irruzione alla Diaz

Manifestanti dopo l'irruzione alla Diaz

Dottor Zucca, cosa rimane di quella sentenza di condanna, l’unica a carico degli apparati dello Stato, verso i vertici della polizia dopo la sentenza della Cassazione che ha confermato il vostro impianto accusatorio? L’impianto accusatorio che è stato confermato dall’appello e dalla Cassazione va oltre le prospettive dell’accusa e, a differenza della vulgata imperante, sposta l’accento sulle responsabilità e sulle vere e proprie “messa in scena” dei funzionari apicali di allora. L’uomo nero non è tanto chi ha portato bottiglie alla Diaz ma chi le ha utilizzate come prove false. Sotto il controllo e la direzione dei vertici degli uffici...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.