closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

Il Piemonte cancella 500 km di rotaie

Mobilità. La Regione di Alberto Cirio rilancia la Tav e smantella la rete ferroviaria locale che potrebbe servire le località di provincia marginalizzate

«Ci sono segnali che ci dicono che dobbiamo fare tutto il necessario per riuscire ad arrivare a limitare le emissioni delle CO2 e serve coraggio e visione, non solo sul presente, ma per le prossime generazioni. Spesso le grandi opere sul momento non vengono apprezzate, ma dopo un secolo se ne capisce l'importanza». CON QUESTE PAROLE lo scorso ottobre il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio concludeva il suo intervento al convegno organizzato da Telt a Novara, difendendo a spada tratta il progetto della Tav. Eppure, è tutto un altro scenario quello che si apre per il territorio piemontese, dove...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi