closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Il perturbante di un «Demone meridiano»

Narrativa. Un romanzo di Andrea Morstabilini per il Saggiatore

Non la prima pagina, ma la copertina. Per comprendere dentro quale vicenda il lettore andrà ad incunearsi è necessario prestare attenzione prima di tutto alla copertina che su fondo bianco presenta un’opera di Adolfo Wildt che nella sua levigata lucentezza definisce il senso e lo spessore del lavoro d’esordio di Andrea Morstabilini. Il demone meridiano segna infatti la definizione di una letteratura che potremmo definire dell’inquietudine (Il Saggiatore, pp. 196, euro 19). Un romanzo che straccia i confini consueti quanto consunti del pop come del kitsch liberando con dissoluto piacere (soprattutto del lettore) gli strati nascosti di una letteratura potenziale...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi