closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rubriche

Il Pd ha voglia di Mattarellum e preferisce rovesciare il tavolo

Quando ormai sembrava che la legge elettorale fosse del tutto desaparecida, e che chiedere al Parlamento di legiferare fosse una fissazione dei soliti cittadini costituzionalisti, ecco che l’elezione dell’alfaniano Salvatore Torrisi a presidente della Commissione Affari Costituzionali del Senato al posto del democratico Giorgio Pagliari l’ha riportata al centro dei riflettori. Non si tratta infatti di una pura alchimia parlamentare. Il grande trambusto nella maggioranza sembra tanto un’occasione colta al volo dai dirigenti del Partito democratico per gettare fumo gli occhi, soprattutto dell’opinione pubblica. È successo più di una volta che un presidente di commissione previsto non ricevesse i voti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi