closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Il patriarcato sul «Viale del tramonto»

I magnifici 70. Quale modello femminile per il capolavoro di Billy Wilder, un commento del 1977 di Mariuccia Ciotta

Dopo La Fiamma del Peccato del ’44 la tv presenta un altro film di Billy Wilder Viale del tramonto (Sunset Boulevard) con Gloria Swanson, William Holden, Eric von Stroheim, 1950) che a sei anni di distanza chiude il cerchio «nero» di una certa cinematografia americana straordinariamente interessata alla donna e alla sua insubordinazione sociale. La misoginia di quegli anni, alimentata dalla necessità di ricacciare la donna in famiglia, prende il volto irresistibile di Barbara Stanwyck, che, con La fiamma del peccato diventa l’archetipo dell’assassina frigida del «cinema nero». «Ella lo bacia per indurlo al crimine» diceva lo slogan dei manifesti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.