closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Il partito socialista spagnolo è sull’orlo di una crisi di nervi

Spagna. Si aprono i giochi per la successione di Rubalcaba dopo il tonfo di domenica

Il segretario del Psoe Alfredo Pérez Rubalcaba

Il segretario del Psoe Alfredo Pérez Rubalcaba

Che fare di fronte alla peggiore crisi degli ultimi 35 anni? Questo è il problema che attanaglia il più antico partito di Spagna, il socialista Psoe, precipitato dal 43,9% delle politiche del 2008 al misero 23% di domenica scorsa. In mezzo, l’esplosione della crisi, la svolta antisociale di José Luis Zapatero, e la grave sconfitta delle politiche del 2011 con un 28,8% che, visto oggi, appare agli occhi dei vertici del partito un risultato da sogno. Non consola il «mal comune» degli avversari popolari di Mariano Rajoy: anche loro in profonda crisi, lontanissimi dal 44,6% di tre anni fa, possono...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi