closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Il papa inasprisce le pene, non solo per i pedofili

Codice di diritto canonico . La riforma prevede anche la scomunica per chi ordina prete una donna e per la donna stessa

Papa Bergoglio

Papa Bergoglio

Cambia il Codice di diritto canonico della Chiesa cattolica e si stabiliscono pene più severe per preti pedofili, per corruttori, corrotti e intrallazzatori finanziari e per chi volesse ordinare prete una donna. La revisione di quello che è, di fatto, il codice penale della Chiesa romana era iniziata nel 2007, quando papa Ratzinger diede mandato al Pontificio consiglio per i testi legislativi di studiare una revisione del Codice del 1983. Ora, dopo una serie di bozze, emendamenti e consultazioni, il lavoro è giunto al termine, e papa Francesco ha potuto annunciare, con la costituzione apostolica Pascite gregem Dei - datata...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi