closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

«Il paese di Annibale non è la discarica dell’Italia»

Tunisia. Di fronte alla nostra ambasciata nella capitale la protesta per i container di rifiuti illegali fermi nel porto di Sousse. Lo scandalo del carico giunto dalla Campania ha già portato all’arresto dell'ex ministro dell'Ambiente

Tunisi, la protesta davanti all’ambasciata italiana

Tunisi, la protesta davanti all’ambasciata italiana

«Mafia tunisina + mafia italiana = rifiuti», «il popolo tunisino vi chiede di riprendere i rifiuti», «il paese di Annibale non è una discarica». Gli slogan dei giovani attivisti per l’ambiente così come i cori che per qualche ora hanno rotto il silenzio di Avenue di Jugurtha, nel cuore del quartiere di Mutuelville, tra le sedi di numerose organizzazioni internazionali e ambasciate, non sono in arabo, ma in italiano. Sono rivolti direttamente all’ambasciatore italiano a Tunisi: «Chiediamo alle autorità italiane di assumersi le proprie responsabilità e riprendersi i rifiuti bloccati a Sousse da mesi», annuncia un manifestante durante un discorso...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.